Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Bellezza   Dermatologia e Medicina Estetica   Laser   Salute e benessere   Tecnologia  

Come trattare angiomi, nei, smagliature e cicatrici su viso e corpo? Con il laser dermatologico!

Dott. Fabrizio Viezzoli - Medicina Estetica
Dott. Fabrizio VIEZZOLI
 26 Aprile 2021

Come trattare angiomi, nei, smagliature e cicatrici su viso e corpo? Con il laser dermatologico!

I trattamenti laser rappresentano la soluzione a diversi problemi della pelle

Il laser è uno strumento efficace, sicuro e molto preciso tale da dare risultati importanti in termini qualitativi, sempre se utilizzato da medici specialisti e ben addestrati nel loro utilizzo.

 

Dottore, come mai il laser deve essere utilizzato solo da medici specialisti?

Perché occorre non solo la capacità di padroneggiare lo strumento con precisione, ma anche la conoscenza dei parametri più appropriati per quel tipo di pelle e per ottenere quel risultato, utilizzando sapientemente varie apparecchiature con caratteristiche fisiche e parametri diversi.

Prima di sottoporsi al laser, è bene fare altre visite specialistiche?

È fondamentale la corretta diagnosi della neoformazione e, se necessaria, l’integrazione delle capacità professionali di altri specialisti. Dermatologo e laserista lavorano in sinergia per proporre al paziente un percorso terapeutico ottimale. Se a questo ci aggiungiamo anche il chirurgo per quelle neoformazioni che necessitano di escissione chirurgica e diagnosi istologia, chiudiamo il cerchio con il massimo della efficenza e sicurezza. Ci sono infatti neoformazioni che, per caratteristiche istologiche, necessitano di un approccio con diatermocoagulazione e/o crioterapia piuttosto che dell’intervento chirurgico.

Quali sono i casi in cui si impiega il laser?

Il laser trova applicazione non solo nella coagulazione del singolo inestetismo ma, a volte, si associa un’azione di stimolazione biologica del tessuto trattato come avviene, ad esempio, per il ringiovanimento cutaneo del laser a CO2 frazionato. Nel primo caso invece il meccanismo di azione sfrutta la fototermolisi selettiva, meccanismo di azione che si manifesta nei tessuti biologici per effetto di un diverso assorbimento della luce a diverse lunghezze d’onda: è questo il caso di un laser ND-Yag su un fibroma o un nevo verrucoso, piuttosto che di un laser ad erbium per una cheratosi o di un q-swicced per una lentigo solare.

Può farci qualche esempio di impiego clinico?

Ne sono esempi l’asportazione di capillari, angiomi e spider nevi, cicatrici da acne e post traumatiche, smagliature, il fotoinvecchiamento e il cronoinvecchiamento, le macchie della pelle, tatuaggi e trucco permanente, nevi dermici, nevi verrucosi, cheratosi, fibromi penduli e xantelasmi.

Sono trattamenti dolorosi?

Dopo qualsiasi trattamento si verificheranno dolore temporaneo, arrossamento e gonfiore accompagnato spesso da crosticine, peraltro di breve durata, che lasceranno poi il posto ad una pelle nuova e rinnovata. Si ricorre raramente ad una anestesia locale.

Quali accorgimenti bisogna seguire dopo iltrattamento?

La fase di guarigione va accompagnata dall’applicazione di una crema antibiotica e della corretta foto protezione solare. Tranne il ringiovanimento con il laser a CO2 o ad erbium, che necessitano di 7 giorni per una “restituito ad integrum” e quindi per il reinserimento nella vita sociale, tutti gli altri laser non necessitano di stop alla vita sociale e lavorativa.

 

Il laser è uno strumento efficace, sicuro e molto preciso che deve essere utilizzato esclusivamente da medici esperti.

Social
Dott. Fabrizio Viezzoli - Medicina Estetica
Hai bisogno di un consulto in
Medicina Estetica
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Fabrizio VIEZZOLI    
Altro dal blog
Occorre considerare l’estetica del volto nel suo complesso valutando la pelle nel suo complesso senza trascurarne la parte più superficiale
Ultime novità in ambito tecnologico per ringiovanire la pelle
Il Centro di medicina è dotato di due nuovi macchinari di ultimissima generazione per combattere questi due problemi
Una nuova metodica ambulatoriale nata per l’utilizzo proprio in medicina estetica, in uno di quei trattamenti solitamente indicati come “di pausa pranzo”
Lo stato di salute della bocca della futura mamma peggiora durante la gravidanza
Per una rigenerazione ossea mini invasiva e biocompatibile
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
medicina-moderna42-estate2021
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico