MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Bambini   Ortopedia   Salute e benessere  

Correggere la Scoliosi col Busto

Dott Luca Odoni - Ortopedico a Treviso, San Donà, Conegliano
Dott. Luca ODONI
 22 Gennaio 2016

bambina sorridente con misura crescita

Nel trattamento della scoliosi infantile intermedia, il ricorso ai busti gessati di nuova generazione consente di evitare un potenziale correttivo chirurgico.

Esistono vari gradi di scoliosi infantile: lieve, intermedia e grave. La forma più frequente è quella intermedia, che può essere corretta efficacemente con 3 busti gessati appositamente realizzati, da indossare solamente per un mese ciascuno.

La preparazione del busto avviene durante un ricovero ordinario. Alla realizzazione del terzo busto, si esegue un calco gessato per il confezionamento dell'apparecchio ortopedico di mantenimento. L'indicazione all'utilizzo del busto gessato tipo EDF è data al fine di ottenere validi risultati in un'età dove esiste ancora potenziale di crescita elevato e quindi di possibile peggioramento della deviazione scoliotica. In questo modo, è possibile tutelare il più possibile il bambino da un potenziale trattamento correttivo chirurgico.

La correzione con il busto gessato permette di raggiungere una riduzione delle curve che un corsetto di materiale plastico, sia pure ben fatto, non permetterebbe di ottenere. Questo busto gessato si è dimostrato essere ben tollerato: si utilizza per poco tempo ed è estremamente adattabile al corpo del paziente.


Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei busti gessati nel trattamento della scoliosi, scrivi al Dott. Odoni: luca.odoni@medicinamoderna.tv
Social
Altro dal blog
Il sesso maggiormente colpito dalla scoliosi è femminile, con un rapporto femmine: maschi di circa 3:1.
Il controllo chiropratico in tenera età garantisce uno sviluppo bilanciato e stabile nel tempo.
Cause, diagnosi e trattamento della scoliosi infantile, alterazione della colonna vertebrale che si manifesta in genere in concomitanza con lo sviluppo corporeo.
Se si ha sofferto di scoliosi, è possibile che venga trasmessa ai nostri figli?
In ortopedia infantile, la diagnosi precoce è necessaria: individuare e trattare la displasia dell'anca significa evitare al tuo bambino disturbi futuri.
RISPONDE IL NOSTRO SPECIALISTA IN ORTOPEDIA PEDIATRICA, IL DOTTOR LUCA ODONI
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 35 | ESTATE 2019 Antonio Cairoli
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico