Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Bambini   Salute e benessere  

Dislessia, DSA e qualità uditiva: cosa li accomuna?

Dott. Carlo Perissinotto – DSA e Dislessia a Treviso
Dott. Carlo PERISSINOTTO
 28 Luglio 2021

rieducazione-uditiva

Quando la nitidezza dell’udito è precaria, l’alunno può avere difficoltà nella comprensione

Quando la nitidezza dell’udito è precaria, l’alunno può avere difficoltà nella comprensione. Se queste difficoltà non vengono subito evidenziate è perché il bambino riesce a compensare bene il deficit uditivo con uno sforzo intellettivo, che però gli toglierà energie in altri ambiti.

Alcuni pazienti o genitori riferiscono che il bambino:
• Ha iniziato a parlare in ritardo rispetto ai coetanei;
• NON ascolta volentieri racconti, NON segue il filo del suo discorso;
• NON rimane attento a chi parla;
• Vuole tv o musica con volume basso, parla a voce bassa, è stonato;
• Ha dolore di tipo uditivo con certi suoni, con volumi alti;
• Quando ascolta, dà l’impressione di non capire o dice di non
capire, ha difficoltà nei dettati;
• Fa errori di tipo fonologico: scambia lettere che hanno la stessa “radice” come ad esempio “f” con “v”, “c” con “g” , “p” con ”b”, “t” con “d”;
• Inverte lettere nelle parole, ha difetti di pronuncia, balbuzie;
• Ha eccessiva difficoltà ad apprendere una lingua straniera;
• Ha problemi a comprendere H, accenti o apostrofi;
• In ambienti affollati è infastidito dal movimento delle persone e/o dai rumori;
• Ogni minimo rumore lo distrae dal compito che sta facendo
• A volte si tappa le orecchie con le mani, non sopporta l’aspirapolvere.

Questo dipende dal fatto che le nostre orecchie SENTONO (atto meccanico) ma il cervello NON DECODIFICA (atto cognitivo), quindi non comprendiamo bene.
L’incapacità di inibire/isolare certi rumori provoca distrazione. Questa è una delle maggiori cause di apparentemente inspiegabili lentezze nel fare i compiti. Sempre più frequenti sono le difficoltà di apprendimento.

Esse non dipendono da mancata intelligenza, da problemi psico affettivi o da condizioni socio economiche sfavorevoli. Se le aree uditive del cervello non si sono correttamente sviluppate, ci possono essere i disturbi di comprensione uditiva. Con un’accurata anamnesi ed una corretta diagnosi, si può approntare una rieducazione uditiva individualizzata ed anche ritarata durante la stessa.

Come avviene la rieducazione uditiva?

È necessaria un’audiometria mirata ad individuare le iper o le dis-acusie. La rieducazione consiste in una serie di sedute di riabilitazione, durante le quali viene fatta ascoltare al paziente musica polifonica (sempre diversa) filtrata secondo le esigenze specifiche.

Questi brani musicali stimolano la contrazione ed il rilassamento dei muscoli dell’orecchio interno, come suggerito dall’audiometria.
L’improvviso ed imprevedibile passaggio da frequenze alte a basse, e viceversa, stimola l’orecchio a trovare potenzialità perse o mai sviluppate.

É un’attività di stimolazione mirata e guidata che non riguarda solo i muscoli dell’orecchio, ma coinvolge anche le aree uditive del cervello creando nuovi engrammi cerebrali (è come se si reinstallasse un software che si è danneggiato, perso o mai correttamente installato).

In pratica viene sfruttato il meccanismo di NEUROPLASTICITA' del cervello, In questo caso stimoliamo la sua capacità di riorganizzare una funzione nella sede originaria.

I benefici si possono vedere subito dopo la rieducazione in questi settori:

• miglioramento dei disordini affettivi ed emotivi (se presenti)
• miglioramento del linguaggio/canto e nell’apprendere lingue straniere
• migliore integrazione psico-motoria
• maggior attenzione e quindi più facilità nell’apprendimento
• minor stress di fronte a richieste di prestazioni
• maggior capacità comunicativa (espansività)
• maggior accettazione delle regole Inoltre, la parte vestibolare dell’orecchio interno contribuisce al controllo dei movimenti fini di braccio e mano e, in generale, alla coordinazione motoria, se insufficiente. Il bambino è avvantaggiato in termini di crescita, accettazione di sé ed interazione e, nel caso di un adulto, lo aiuta a non avere difficoltà di inserimento in ambito lavorativo e sociale.

 

Social
Dott. Carlo Perissinotto – DSA e Dislessia a Treviso
Hai bisogno di un consulto in
Riabilitazione Neurosensoriale
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Carlo PERISSINOTTO    
Altro dal blog
All’origine del disturbo possono esserci varie cause, anche molto diverse tra loro.
Poco conosciuta, nonostante l’ampiezza dei suoi campi d’azione, la Neuralterapia è un metodo terapeutico efficace nel trattamento del dolore cronico e acuto.
Capita che alcuni dei nostri muscoli lavorino eccessivamente senza che noi ce ne rendiamo conto. Il risultato è una forte spossatezza alla quale non sappiamo dare spiegazione.
La stanchezza eccessiva può nascondere cause che non ci si aspetta
Brillanti, svegli e creativi, ma a scuola vanno in tilt: sono sempre di più i ragazzi che presentano disturbi specifici dell’apprendimento.
Dolori di difficile comprensione possono influire negativamente sull'attività sportiva. Come agire? Quali possono essere le soluzioni?
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
medicina-moderna42-estate2021
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico