Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Neurologia-endocrinologia-medicina nucleare   Salute e benessere  

Sindrome dell’ovaio policistico: cause e possibili terapie

Dott. Marco Ghezzi - Endocrinologo
Dott. Marco GHEZZI
 05 Maggio 2020

Sindrome dell’ovaio policistico: cause e possibili terapie - Dott. Marco Ghezzi

Le forme più severe della patologia possono portare all’assenza delle mestruazioni

Molte donne riscontrano problemi nel flusso mestruale, che possono dipendere dalla sindrome dell’ovaio policistico. Approfondiamo l’argomento insieme al Dottor Ghezzi.

Dottore, può spiegarci cos’è la sindrome dell’ovaio policistico?
È un disordine eterogeneo che comprende un insieme di segni e sintomi, che vanno dall’eccesso di androgeni (cioè degli ormoni maschili), alla disfunzione ovulatoria e al sovrappeso/obesità associato ad insulinoresistenza. L’aspetto morfologico tipicamente policistico delle ovaie in realtà è presente solo nelle forme più severe, e denota uno stato di non ovulazione cronica che può portare anche a lunghi periodi di amenorrea, cioè di assenza di mestruazioni. 

È un’alterazione frequente? E quali possono essere le sue cause?
Assolutamente sì. È la più comune alterazione endocrina e metabolica in età riproduttiva, arrivando ad interessare circa il 20% delle donne. Le cause rimangono ancora largamente sconosciute, anche se evidenze sempre maggiori suggeriscono che questa sindrome possa essere un complesso disordine multigenico con forti influenze ambientali.

Ci si accorge di soffrirne solo attraverso esami specifici o ci possono essere dei campanelli d’allarme?
Le alterazioni del ciclo mestruale, che in genere tendono ad allungarsi fino talvolta a scomparire del tutto, la possibile comparsa di peluria eccessiva o in sedi non fisiologiche (volto, linea alba e dorso), l’aumento anche significativo di peso, nonostante un corretto stile di vita, possono essere campanelli d’allarme. Naturalmente è importante eseguire esami diagnostici atti a valutare la presenza o meno di ovulazione, lo stato ormonale e la concomitanza di alterazioni del metabolismo glucidico, in particolare insulinoresistenza.


Quali sono le possibili terapie?
Laddove vi siano severe alterazioni del ciclo mestruale, iperandrogenismo e/o ovaie policistiche all’ecografia, può essere preferibile la pillola estroprogestinica, mentre in caso di ricerca della gravidanza è indicata l’induzione farmacologica dell’ovulazione. Esistono infine farmaci che possono migliorare/risolvere la resistenza insulinica e con essa il metabolismo.

Lo stile di vita può aiutare?
Certamente. Alcuni accorgimenti alimentari (soprattutto incrementare l’uso di frutta e verdura e ridurre i carboidrati) e di stile di vita (prevedere un’attività fisicaaerobica moderata ma costante) possono contribuire a migliorare le manifestazioni di questa complessa sindrome.
 

Accorgimenti alimentari e di stile di vita possono migliorare i sintomi di questa sindrome.

Social
Dott. Marco Ghezzi - Endocrinologo
Hai bisogno di un consulto in
Endocrinologia
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Marco GHEZZI    
Altro dal blog
L'ovaio policistico può causare infertilità, disturbi all'endometrio e al seno, persino una maggiore predisposizione a patologie croniche come diabete mellito e disfunzioni metaboliche.
La sindrome dell’ovaio policistico è problema che riguarda circa il 10% della popolazione femminile delle zone industrializzate, ed è un problema che mi riguarda da vicino.
La ricerca di un bambino a volte si rivela un momento difficile per quelle coppie che riscontrano dei problemi nel diventare genitori.
Spesso, le alterazioni del ciclo sono imputate a disfunzioni ormonali, in particolare a patologia ipofisaria con produzione eccessiva di prolattina.
Alcune abitudini sono utili a prevenirne l’insorgenza e ne facilitano la diagnosi
Il primo strumento diagnostico per lo studio delle masse ovariche, in particolare in menopausa
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 38 | ESTATE 2020
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico