Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Oculistica   Salute e benessere  

Occhi e coronavirus: che rapporto c’è?

Dott Giancarlo Caprioglio – Oculista
Dott. Giancarlo CAPRIOGLIO
 13 Luglio 2020

Occhi e coronavirus: che rapporto c’è? - Dott. Giancarlo Caprioglio

Domande frequenti su come comportarsi per evitare il contagio da covid-19 tramite gli occhi

Negli ultimi mesi si è spesso parlato di come si può contrarre il Covid-19. Vediamo con il Dott. Caprioglio le implicazioni degli occhi.

Dottore, quali sono le domande già frequenti che le hanno rivolto i suoi pazienti nell’ultimo periodo?
Mi hanno chiesto quali fossero i veri rapporti tra occhio e Coronavirus: ho spiegato loro che gli occhi sono la terza via di ingresso e di uscita del virus, dopo naso e bocca.

In quali casi è bene eseguire il tampone?
La manifestazione di un arrossamento oculare associato a lacrimazione, tosse ed alterazione febbrile sopra i 37,5 gradi certamente sono un motivo per eseguire un tampone.

Quali sono i soggetti più a rischio?
Le persone più anziane, che toccano molto frequentemente gli occhi con le mani contaminate: importante quindi, quale primo messaggio, lavare frequentemente le mani con acqua e sapone, almeno per un minuto di seguito ed evitare di toccarsi gli occhi.

L’utilizzo di lenti corneali può rappresentare un rischio?
Premesso che il virus può sopravvivere 5 giorni sul silicone, meglio usare lenti a contatto usa e getta ed evitare l’uso di lenti a lungo periodo. È sempre molto importante lavarsi accuratamente le mani quando si indossano e si tolgono le lenti corneali.


Come avviene il contagio?
È bene sapere, come evidenziato da un importante studio condotto dall’Università di Singapore, che sulla cornea e sulla congiuntiva vi è una elevata concentrazione di ACE-2, il recettore che il virus usa per entrare nell’organismo: il medesimo recettore è presente nei polmoni, nel cuore, nei reni ed in parte nell’intestino.

E per quanto riguarda gli occhi?
Il virus può essere diffuso dalle lacrime e dalle secrezioni congiuntivali, quindi occhiali e visiera svolgono un ruolo importante di protezione. Non dimentichiamo che il virus può entrare negli occhi attraverso la congiuntiva e venire poi trasportato nel corpo attraverso le lacrime che, imboccando i canalini lacrimali, raggiungono naso e gola. La congiuntivite virale può essere uno dei primi sintomi della malattia.

Si possono eseguire interventi di chirurgia refrattiva durante la pandemia?
Sì è possibile, naturalmente seguendo un rigido protocollo di sterilità assoluta in sala operatoria ed usando strumenti monouso. Grazie all’operazione il paziente non avrà più bisogno di usare lenti corneali che, come già detto, sono possibili veicoli di infezioni. Nella fase post operatoria raccomandiamo sempre la massima igiene prima della instillazione dei colliri necessari.
 

Le lenti a contatto usa e getta sono da preferire a quelle a lungo periodo per prevenire il contagio da Covid-19.

Social
Dott Giancarlo Caprioglio – Oculista
Hai bisogno di un consulto in
Oculistica
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Giancarlo CAPRIOGLIO    
Altro dal blog
​​​​​​​Tra i cittadini che hanno affrontato il lockdown si riscontra un forte incremento di attacchi di panico, disturbi depressivi e casi di insonnia notturna.
Oltre ai test sierologici anche i tamponi rapidi, l’ultima tecnica di screening validata a livello nazionale: risultato in 10 minuti
Questa mattina la visita del Sindaco, Andrea Danieletto, insieme alla sua giunta comunale
Da lunedì punte giornaliere di 50 pazienti che li richiedono, soprattutto dal rientro dalle ferie in Sardegna
Facciamo un po’ di chiarezza sulle diverse tecniche impiegate per correggere miopia, ipermetropia e astigmatismo.
Cambiamenti, evoluzioni e miglioramenti per i pazienti e per i medici.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 39 | AUTUNNO 2020
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico