Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Ortopedia   Salute e benessere  

Alluce valgo addio con la tecnica chirurgica percutanea mini invasiva

Dott. Michele Risi - Specialista in Ortopedia
Dott. Michele RISI
 03 Marzo 2020

Alluce valgo addio con la tecnica chirurgica percutanea mini invasiva - Dott. Michele Risi

Ci sono alcuni casi in cui l’unica soluzione è l’intervento chirurgico

L’alluce valgo è una malattia caratterizza- ta dalla deviazione permanente dell’alluce verso il 2° dito. Ne parliamo con il Dott. Risi. 

Dottore, quali persone sono maggiormente colpite?

Soprattutto le donne di età compresa tra i 40 e i 60 anni, meno comunemente gli uomini.

Quali sono le cause?
Sono sconosciute. Sicuramente c’è una componente familiare, che fa ipotizzare fattori genetici. Il piede piatto e il piede cavo sono considerati fattori predisponenti, alcuni tipi di scarpe, a punta stretta e con tacchi, possono accelerare la comparsa dei disturbi.

Come si manifesta?
Chi ne soffre avverte dolore e talvolta arrossamento della parte sporgente dell'alluce (esostosi della testa del 1° metatarso) per il conflitto con la scarpa e difficoltà crescente a reperire ed indossare le scarpe. Inoltre, ci può essere un progressivo coinvolgimento anche delle altre dita, cosiddette dita a martello e dolore sotto la pianta del piede, a livello delle teste dei metatarsi (metatarsalgia).

In che modo avviene la diagnosi?
Tramite la visita specialistica ortopedica, che valuta l'entità della deformità e le modalità di appoggio del piede, e le radiografie del piede (sotto carico).


Come si cura?
Nei casi meno gravi, deformità lievi e assenza di dolore, sono consigliabili scarpe comode a pianta larga ed eventuali plantari. La chirurgia va riservata solo all'alluce valgo doloroso.

Qual è l’approccio chirurgico che lei adotta?
Da diversi anni pratico la chirurgia percutanea mini-invasiva PBS (Percutaneous Bianchi System): mediante 2 forellini e l'uso di mini frese motorizzate, che agiscono sull'osso del 1° metatarso, è possibile rimuovere la parte ossea sporgente e riallineare correttamente l'alluce. Se necessario, si interviene anche sulle dita minori.

Che vantaggi porta rispetto ad altre tecniche?
L'intervento si esegue in anestesia locale, è meno invasivo e viene ridotto anche il tempo dell’operazione, che dura una quindicina di minuti. Non si applicano viti o fili metallici, si inizia a camminare subito con l'appoggio del piede e con una scarpa apposita, il dolore post operatorio è contenuto ed il tempo di recupero rapido. Dopo circa 3 settimane si può guidare l'auto e camminare con una scarpa da ginnastica. È una tecnica sicura al pari delle tecniche tradizionali.

La chirurgia percutanea mini-invasiva determina la scomparsa del dolore e la possibilità di indossare qualsiasi tipo di calzatura.

Social
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 38 | ESTATE 2020
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico