Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Dieta e Alimentazione   Ginecologia   Nutrizione  

Endometriosi: cosa mangiare per diminuire l'infiammazione

dott-ssa-margherita-cendon
Dott.ssa Margherita CENDON
 05 Marzo 2022

Una dieta ricca di verdure aiuta a contrastare l'infiammazione cronica

L'alimentazione può aiutare le donne che soffrono di endometriosi mitigando i sintomi infiammatori tipici della patologia

Molte donne in età fertile soffrono molto durante il ciclo mestruale o un rapporto sessuale. Questi possono essere campanelli d’allarme che portano a pensare di soffrire di una patologia chiamata endometriosi.
 

Cos’è l’endometriosi?

È una patologia che colpisce tra il 10 e il 20% delle donne in età fertile, mentre è quasi assente in età puberale e post menopausale. Consiste in un’infiammazione benigna dell’apparato genitale femminile ed è caratterizzata da un accumulo anomalo di cellule endometriali all’esterno dell’utero (mentre normalmente si trovano solo al suo interno) ed è proprio il loro accumulo esterno che causa un’infiammazione cronica.
 

Quali sono i sintomi dell'endometriosi?

In genere i sintomi sono percepiti a livello pelvico, con dolore generalizzato avvertito prevalentemente durante il ciclo mestruale (dismenorrea) con perdite molto abbondanti e conseguente astenia, nei rapporti sessuali e, eventualmente, anche durante la defecazione. In alcuni casi non si avvertono sintomi, può però essere presente stanchezza fisica cronica.
 

Com’è collegata con l’alimentazione?

L’alimentazione può giocare un ruolo chiave nel mitigare la sintomatologia della malattia e, potenzialmente, anche la sua progressione. La sua funzione è quella di ridurre lo stato infiammatorio tramite una dieta ricca in alimenti antiossidanti, disintossicanti e povera di sostanze che possono andare ad incrementare l’infiammazione stessa. 
 

Quali altre caratteristiche devono avere i cibi da assumere?

Gli alimenti devono essere “liberi da ormoni” o comunque non devono rilasciare molecole che possano simulare l’effetto di taluni ormoni, anch’essi rinforzanti la malattia.
La dieta per una paziente affetta da endometriosi è anche funzionale a far mantenere il peso o far ritornare al peso ideale, con riduzione della massa grassa.
 

Qual è il piano alimentare utile a chi soffre di endometriosi?

Il tratto principale è la capacità antinfiammatoria, e deve essere in grado di tenere a bada il livello di estrogeni nel sangue. Per fare questo sono necessari diversi accorgimenti:

  • aumentare il consumo di fibre fino anche ad un 30% nei pasti. La fibra è presente in diversi alimenti come verdura e frutta (scegliendo quella a basso indice glicemico e a basso FODMAP), cereali integrali e legumi. Questa, infatti, facilita il transito intestinale e aiuta nell’evacuazione ma, soprattutto, riesce ad abbassare il livello di estrogeni circolanti, ormoni dai quali la patologia trae nutrimento
  • aumentare il consumo di acidi grassi Omega-3, noti per la loro funzione antiossidante. Sono in grado di promuovere la produzione della prostaglandina PGE1, molecola che consente di ridurre l’infiammazione a livello sistemico. Gli Omega-3 sono presenti soprattutto nei prodotti della pesca (ad esempio pesce azzurro, salmone e tonno), nell’olio extravergine d’oliva, nell’avocado (che sembra rilasciare anche serotonina, “l’ormone della felicit ”), nei semi di chia, girasole, zucca e lino (che aiutano anche a regolare il rapporto tra progesterone ed estrogeni) e, in parte, anche nella frutta secca a guscio (mandorle, noci, noci pecan) che contiene anche ferro
  • aumentare gli alimenti ricchi in calcio, magnesio, vitamina D e vitamina B, che permettono di rinforzare le ossa, migliorare la qualità del sonno, ridurre lo stress e gli stati d’umore negativi
  • ridurre il consumo di carne rossa (preferendo dunque quella bianca), di latticini (latte, yogurt e formaggi) anche per il loro contenuto di ormoni
  • ridurre il consumo del glutine (che non significa eliminarlo del tutto) preferendo cereali che non lo contengano (riso, mais, grano saraceno) e degli alimenti ad alto indice glicemico
  • evitare soia, aloe, avena e segale per la presenza di fitoestrogeni
  • evitare il consumo di zuccheri semplici e prodotti industriali

Di fondamentale importanza è anche scegliere alimenti di buona qualità, con carni provenienti da allevamenti ben controllati e pesci preferibilmente da pesca in mare aperto.

Social
dott-ssa-margherita-cendon
Hai bisogno di un consulto in
Nutrizione
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott.ssa Margherita CENDON    
Altro dal blog
Parliamo col famoso divulgatore scientifico di alimentazione sana e come influisce sulla nostra salute.
In questo numero l'intervista a Marco Bianchi, chef e divulgatore, che ci porta alla scoperta del corpo tra scienza, ricette e benessere.
La nostra pelle in inverno è sottoposta ad un forte stress
Come cambia il metabolismo della donna in questa fase della sua vita
In questo numero l'intervista a Rosanna Banfi, che condivide con tutti noi la sua esperienza con il tumore al seno
UNA PROTEINA SPIA INDICA LA PRESENZA DELLA MALATTIA
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico