Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Ginecologia-ostetricia e urologia   Salute e benessere  

GINECOLOGIA | I FIBROMI UTERINI

Dott.ssa Antonella Agnello - Ginecologa a Padova
Dott.ssa Antonella AGNELLO
 17 Giugno 2014

LA SCELTA DEL TRATTAMENTO


Possiamo dire che la scelta del trattamento dipende dai sintomi? Diversi fattori influiscono sulla scelta del trattamento: la sintomatologia, l’eta? della paziente, l’eventuale desiderio di gravidanze e la presenza di altre patologie. Il sintomo piu? frequente e? la menometrorragia, cioe? perdite ematiche abbondanti anche indipendentemente dal ciclo, specialmente in presenza di miomi sottomucosi e nel periodo premenopausale. Il sanguinamento anomalo uterino puo? portare a una forma di anemia cronica anche importante.

Possiamo dire che la scelta del trattamento dipende dai sintomi? Diversi fattori influiscono sulla scelta del trattamento: la sintomatologia, l’eta? della paziente, l’eventuale desiderio di gravidanze e la presenza di altre patologie. Il sintomo piu? frequente e? la menometrorragia, cioe? perdite ematiche abbondanti anche indipendentemente dal ciclo, specialmente in presenza di miomi sottomucosi e nel periodo premenopausale. Il sanguinamento anomalo uterino puo? portare a una forma di anemia cronica anche importante. Talvolta, il sospetto diagnostico viene posto proprio sulla base di sintomi quali pallore, palpitazioni, astenia, tachicardia e dispnea legati all’anemia . Meno frequenti sono sensazione di peso pelvico, tensione e gonfiore addominale. Possono essere presenti sintomi da compressione di organi vicini in relazione alla localizzazione e alle dimensioni del fibroma. Il trattamento dei fibromi deve essere personalizzato. I fibromi piccoli asintomatici possono essere controllati con follow-up periodici. Le pazienti con miomi uterini e asintomatiche, soprattutto se prossime alla menopausa, sono tenute sotto controllo per valutare l’eventuale crescita dei miomi. La terapia medica dovrebbe essere considerata come la terapia di prima linea per i miomi sintomatici, mentre quella chirurgica dovrebbe essere riservata solo a casi selezionati.

Le terapie mediche piu? efficaci e piu? utilizzate sono:

• Antifibrinolitici

• Farmaci Anti-infiammatori Non Steroidei (FANS)

• Estroprogestinici • Progestinici

• Danazolo

Oggi, la chirurgia tende a essere sempre piu? conservativa; pertanto, ove possibile, la miomectomia dovrebbe essere preferita all’isterectomia. La terapia chirurgica dei fibromi uterini deve essere considerata nei seguenti casi: • sanguinamento uterino anomalo che non risponde alla terapia medica; • alto sospetto di malignita? L’approccio chirurgico e? quanto mai vario: si va dall’accesso laparotomico a quello laparoscopico e dalla chirurgia vaginale a quella robotica, e la scelta deve essere individualizzata in base al singolo caso e ai desideri della paziente. L’embolizzazione delle arterie uterine e? da considerarsi come una terapia alternativa per le pazienti con grandi fibromi sintoma- tici che presentano un rischio chirurgico elevato o per le pazienti che non accettano la terapia chirurgica tradizionale.

Il fibroma all’utero puo? creare danni alla fertilita? della donna?

Situazioni rilevanti sono le influenze dei fibromi sulla capacita? riproduttiva della paziente e, piu? specificamente, sulla fertilita?, in gravidanza e durante il parto e, viceversa, l’influenza della gravidanza sul fibroma. Tradizionalmente, si ritiene che i fibromi, in genere, durante la gravidanza, aumentano significativamente di volume, complicando la gravidanza e il parto. Recenti e importanti studi invece, riportano che la maggior parte dei fibromi non si accresce durante la gravidanza o lo fa solo limitatamente. Nei fibromi che aumentano di dimensioni, in media l’aumento e? solo del 10-15%; nessun fibroma e? risultato aumentato piu? del 25% . La maggior parte dei fibromi non presenta complicanze durante la gravidanza. Viene raccomandato il taglio cesareo dopo miomectomia, indipendentemente dal fatto che sia eseguita per via laparotomica o laparoscopica, solitamente se la parete uterina e? stato incisa e se la cavita? endometriale e? stata aperta.

 

Tratto dal magazine Medicina Moderna n.4 edizione Padova ©medicinamoderna

Social
Altro dal blog
Valida alternativa all'intervento chirurgico tradizionale quando la terapia medica non sia sufficiente, permette di conservare l'utero e non lascia cicatrici.
I leiomiomi sono in genere asintomatici, ma dipende dalla posizione, numero e dimensioni dei fibromi. Visita ginecologica ed ecografia confermano la diagnosi.
Il fibroma all’utero è una patologia tumorale benigna, spesso asintomatica, che si manifesta durante l'età fertile. Come influisce sulla funzione riproduttiva?
UNA PATOLOGIA BENIGNA FREQUENTISSIMA NELLE DONNE
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
medicina-moderna42-estate2021
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico