Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione   Salute e benessere   Scienza dell'alimentazione  

Il caffè fa bene a te?

Dott. Paolo Favretto - Dietologo Clinico
Dott. Paolo FAVRETTO
 07 Agosto 2015

Il caffè fa bene a te?

Grazie alla nutrigenetica possiamo scoprire se siamo sensibili alla caffeina, ossia se può costituire un rischio per la nostra salute individuale.

In un recente articolo sui benefici del caffè, abbiamo esplorato una serie di effetti positivi della caffeina - contenuta anche in tè, cacao, Coca Cola, matè - sul nostro benessere generale e su alcuni aspetti specifici della nostra salute.

Per alcune persone, tuttavia, sarebbe bene limitarne il consumo. Quali sono i soggetti a rischio? Ce lo dice la nutrigenetica.

CAFFE' E GENETICA
Non tutti sanno che il metabolismo della caffeina è regolato quasi totalmente da un unico enzima, il Citocromo P450 1A2 e l’attività di questo enzima è influenzato da una variante genetica, che può ridurne l’attività enzimatica e quindi rallentare il metabolismo della caffeina. Così la caffeina rimane più a lungo in circolo e dosi successive si accumulano potenziandone gli effetti. Studi recenti hanno evidenziato che le persone che sono portatrici di questa variante genetica (rs762551) presentano un aumentato rischio di infarto miocardico correlato direttamente con la quantità di caffeina ingerita e inversamente correlato all’età (più si è giovani più il rischio aumenta).

I RISCHI
E’ stato osservato che un consumo superiore a 200 mg di caffeina al giorno (circa un paio di tazzine) aumenta il rischio di infarto del 36%, che quasi raddoppia se si superano i tre caffè al giorno. Sotto i 50 anni, invece, sopra i 200 mg al giorno di caffeina il rischio di infarto aumenta del 143% e oltre i 300 mg di caffeina al giorno il rischio supera il 307%!

Ricordiamoci che la caffeina è contenuta, oltre che nel caffè, in altre bevande di uso comune come ad esempio: tè, Coca-Cola, Red Bull e Cacao.

COME SCOPRIRE SE SEI "SENSIBILE" AL CAFFE'
Un semplice test genetico può permetterci di fare prevenzione e di conoscere la nostra sensibilità individuale a questa sostanza, assieme all’aumenta sensibilità al sale, all’intolleranza al lattosio ed alla predisposizione allo sviluppo della celiachia.
Social
Dott. Paolo Favretto - Dietologo Clinico
Hai bisogno di un consulto in
Scienza dell'Alimentazione
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Paolo FAVRETTO    
Altro dal blog
Scopriamo chi 'popola' il nostro intestino (microflora intestinale)
Il rischio di sviluppare una malattia cardiovascolare dipende da diversi fattori ed è condizionato sia dall'avanzamento dell'età sia dallo stile di vita.
Appuntamento on line mercoledì 31 marzo alle 18.30 in diretta su canale youtube e pagina facebook Centro di medicina
Nutrire bene il nostro organismo è la prima mossa per prevenire la stanchezza
La diagnosi prenatale comprende indagini strumentali e di laboratorio con la finalità di monitorare il feto sin dalle prime fasi del suo sviluppo fino al parto
Ecco alcune linee guida per capire le differenze tra i diversi test e scegliere con più consapevolezza.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
Rosanna Banfi
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico