Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione   Nutrizione   Salute e benessere  

New Penta: dieta chetogenica e menopausa

New Penta: dieta chetogenica e menopausa

Come cambia il metabolismo della donna in questa fase della sua vita

La Dottoressa Francesca De Filippis ci spiega cosa accade al metabolismo di una donna e quanto conta l’alimentazione e il controllo del peso.

La menopausa è uno dei periodi più delicati nella vita di una donna. Il corpo comincia a cambiare e anche una persona sana, che fa sport e mangia in modo moderato e con varietà può dover cambiare il proprio stile di vita a causa di nuovi fattori che entrano in gioco.

In molti casi il passaggio ad una fase di vita infertile risulta assolutamente indolore, in molti altri casi si manifesta con un improvviso crollo dei livelli di estrogeni di produzione ovarica e con ciò ad una drastica e drammatica modifica delle funzioni del metabolismo energetico. In parole povere, la menopausa infatti può portare un accumulo di grassi e l’insorgenza della cosiddetta Sindrome Metabolica, detta anche, sindrome da insulino-resistenza i cui effetti conclusivi sono diagnosi di obesità e di diabete di tipo 2. In questa situazione un ruolo importante lo gioca lo stile di vita con particolare riferimento al controllo del peso, alla pratica di attività fisica e alla sana alimentazione.

Come ci spiega la Dottoressa De Filippis, biologo nutrizionista:
Il metabolismo energetico nelle donne è stato modulato per sostenerle durante la gravidanza e l’allattamento dei piccoli per questo durante la loro vita fertile le donne sono meno suscettibili, rispetto agli uomini, a patologie metaboliche. Questo meccanismo è regolato dagli estrogeni, ma durante l'invecchiamento l'attività delle ovaie si riduce e infine si interrompe e il sistema diventa disfunzionale quindi le donne diventano più vulnerabili alla sindrome metabolica, a malattie cardiovascolari, al colesterolo alto e tante altre patologie correlate all'invecchiamento.


In alcuni casi, continua la Dottoressa, durante la perimenopausa può essere più complicato per le donne obese o in sovrappeso perdere peso a causa ad esempio dell'insulino-resistenza. In questo contesto può essere quindi utile l'applicazione di protocolli chetogenici, come per altro indicato ultimamente dalla Società Italiana di Endocrinologia che vede come un possibile e fondamentale strumento l'uso di VLCKD su donne obese dopo la menopausa, in considerazione dell'aumento di rischi cardiovascolari che caratterizzano questa fase della vita. Le VLCKD infatti non solo migliorano la sensibilità all'insulina, ma favoriscono anche la riduzione del grasso addominale e inducono un miglioramento nei lipidi plasmatici contribuendo così a contrastare le alterazioni metaboliche legate all'invecchiamento.

Dunque evitare di far incrementare il grasso viscerale, che è proprio quello che va a depositarsi a livello addominale, resta uno degli obiettivi principali per vivere al meglio un periodo delicato della vita come quello della menopausa.

Social
Altro dal blog
Molti sono convinti che perdere peso sia solo una questione di estetica, ma si sbagliano. Restare in forma aiuta soprattutto a vivere più a lungo e meglio.
Protocollo dietetico per adiposità localizzata e PEFS di New Penta
“Dopo le feste mi metto a dieta!” È il primo dei buoni propositi che si fa dopo gli eccessi delle tavole natalizie.
La diminuita produzione di estrogeni favorisce irritabilità, ansia, tendenza al pianto, insonnia, vampate di calore, palpitazioni, sbalzi di pressione e vertigini
La fine del ciclo mestruale comporta una serie di cambiamenti fisici e psichici
Questi episodi possono creare ansia e preoccupazione nelle donne che ne soffrono
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 39 | AUTUNNO 2020
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico