Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Oculistica   Salute e benessere  

Occhiali: perché dobbiamo portarli ed è possibile operarsi?

Dott. Marco Tavolato - Oftalmologia
Dott. Marco TAVOLATO
 18 Febbraio 2021

Occhiali: perché dobbiamo portarli ed è possibile operarsi?

Ci sono diverse patologie che possono colpire la vista che ci costringono a portare gli occhiali. I possibili trattamenti chirurgici variano in relazione anche alle caratteristiche dell’occhio stesso

I nostri occhi vengono utilizzati continuamente e, nel corso degli anni, possiamo notare un peggioramento della vista. Abbiamo chiesto al Dott. Tavolato di spiegarci quali sono i difetti che possono colpirli ed i possibili trattamenti.

 

Dottore, cosa sono i difetti refrattivi?

Qualsiasi imperfezione dell’occhio che impedisce al paziente di vedere bene senza l’ausilio di lenti correttive (occhiali o lenti a contatto).

Quali patologie possono colpire l’occhio?

Sono principalmente quattro:
· la miopia, che si verifica quando l’occhio è più lungo del normale;
· l’ipermetropia, nel caso sia più corto;
· l’astigmatismo, quando la cornea ha una forma asimmetrica;
· la presbiopia, cioè la fisiologica perdita dopo i 45 anni di età dell’elasticità del cristallino, che causa una progressiva diminuzione della capacità di leggere da vicino.

Cosa sono e quali sono le differenze tra diottrie e decimi?

Spesso i due termini vengono confusi, tuttavia sono due concetti molto diversi anche se entrambi sono unità di misura. Le diottrie misurano il potere della lente degli occhiali, possono quindi essere lenti con diottrie che correggono la miopia, l’ipermetropia o l’astigmatismo. Il numero di diottrie determina quindi il grado del difetto visivo del paziente, più diottrie significa difetto visivo importante. Non esiste un numero massimo.
I decimi, invece, misurano la capacità di vedere del paziente. È come misurare la velocità a cui va un’automobile. Un paziente miope non vede bene se utilizza una correzione non adeguata quindi, se si misura la sua vista, non riuscirà ad arrivare a dieci/decimi. Modificando le diottrie del suo occhiale si migliorerà la sua capacità visiva, potendo arrivate a 10/10. Anche se si utilizza il migliore occhiale, non tutti gli occhi possono raggiungere i 10/10 a causa di altri problemi pre-esistenti.

Si possono correggere i difetti refrattivi?

Sì, ed esistono tre tecniche chirurgiche per correggere i vizi di refrazione:
· tecnica laser (SMILE, FemtoLASIK, PRK): mediante l’utilizzo di laser ad eccimeri e/o a femtosecondi si rimodella la cornea per ridurre il difetto refrattivo. La tecnica più avanzata è la tecnica SMILE che, utilizzando esclusivamente il laser a femtosecondi, permette di correggere difetti miopici ed astigmatici, senza nessun danno termico alla cornea, ed avere un rapido recupero visivo senza dolore;
· impianto di lente intraoculare: consiste nell’impiantare una lente a contatto a permanenza all’interno dell’occhio. Con questa tecnica si possono correggere difetti refrattivi molto elevati, ed è un intervento che si esegue in anestesia topica (solo gocce). Il vantaggio di questa tecnica è la precisione e reversibilità, in quanto la lente può facilmente essere rimossa;
· sostituzione del cristallino ed impianto di lente: consiste nell’eseguire l’intervento di cataratta utilizzando lenti che permettono di correggere la miopia o l’ipermetropia. Utilizzando lenti toriche si riduce l’astigma- tismo, mentre con lenti multifocali si correggere la presbiopia.

Quali sono gli esami che devono essere eseguiti prima dell’intervento?

È fondamentale capire le aspettative del paziente e le condizioni del suo occhio. Con una visita oculistica completa andremo a valutare, mediante l’esecuzione di esami mirati, che cosa possiamo offrire al paziente tenendo conte dell’età, delle diottrie da correggere e delle condizioni anatomiche dell’occhio.

Social
Dott. Marco Tavolato - Oftalmologia
Hai bisogno di un consulto in
Oculistica
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Marco TAVOLATO    
Altro dal blog
Correggere i difetti visivi anche elevati non è mai stato così semplice.
Sembra impossibile ma non lo è. Esistono, infatti, delle speciali lenti che, indossate durante la notte, permettono di vedere bene per tutto il giorno.
L’esigenza di eliminare l’uso di un occhiale è diventata sempre più frequente, dovuta a motivazioni pratiche e/o estetiche
I difetti più comuni, come miopia, ipermetropia e astigmatismo, possono essere trattati con l’intervento chirurgico
L’evoluzione delle tecniche impiegate ha permesso di perfezionare e rendere meno invasivi gli interventi di chirurgia refrattiva.
Facciamo un po’ di chiarezza sulle diverse tecniche impiegate per correggere miopia, ipermetropia e astigmatismo.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 41 | PRIMAVERA 2021
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico