Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione   Dietologia   Scienza dell'alimentazione  

Perdere peso e dimagrire non sono sinonimi

Dott. Paolo Favretto - Dietologo Clinico
Dott. Paolo FAVRETTO
 11 Settembre 2015

perdita di peso e diminuzione di taglia sono concetti diversi

Per calcolare il nostro peso ideale, non basta valutare il rapporto tra peso e altezza: bisogna infatti considerare soprattutto quale sia la proporzione tra massa magra e massa grassa.

L'Indice di Massa Corporea è il metodo più utilizzato per calcolare il "peso ideale", ma non è il più preciso dal punto di vista medico.

Il peso corporeo valutato con la bilancia, infatti, non ci dice sempre tutta la verità. Di conseguenza anche le classiche misure come l’Indice di Massa Corporea (BMI-body mass index) o la Circonferenza Addominale non sono sufficienti per capire con precisione come siamo fatti, né tantomeno per capire se la dieta che stiamo facendo sta avendo un buon effetto sul nostro corpo.

Infatti il BMI non ci offre indicazioni sulla composizione corporea: un BMI=30 potrebbe derivare da un soggetto sportivo alto 2 metri dal peso di 120 Kg oppure da un soggetto sedentario alto 1.70 m che pesa 87 Kg, il primo ha una composizione corporea in cui la massa grassa è il 15% del suo peso, mentre il secondo ha il 30% di tessuto adiposo. Il primo quindi non avrà bisogno di perdere peso, il secondo necessita di perdere massa grassa e aumentare quella magra.

Questo perché? Perché come possiamo immaginare il nostro fisico non è composto, per fortuna, solo da massa grassa. Infatti i componenti principali del nostro corpo sono: l’acqua in primis, che è circa almeno la metà del nostro peso corporeo (nell’uomo e nella donna adulti dal 55 al 60% del peso totale); la massa muscolare; la massa ossea e la massa grassa. Quindi qualsiasi modificazione di uno di questi compartimenti porta ad una modificazione del nostro peso e quindi l’aumento o il calo di peso non può essere attribuito solo ad aumento o diminuzione della massa grassa, anzi è molto più semplice perdere acqua e massa magra che massa grassa.
Quindi perdere peso non va confuso con dimagrire!

Come possiamo ovviare a questo? Con un semplice esame che si chiama: Impedenza Bioelettrica (BIA- Bioelectric Impedance Analysis): una metodica non invasiva, della durata di pochi minuti, che sfrutta la resistenza che il corpo oppone al passaggio di una corrente elettrica alternata a bassa intensità. Al termine dell’esame sapremo con precisione la nostra composizione corporea, quindi oltre a quanto pesiamo: il peso della massa grassa, dell’acqua, del muscolo, dell’osso e la quantità di grasso viscerale (quello più pericoloso per la nostra salute).

Quindi mentre la bilancia può essere fuorviante, la BIA è utilissima prima di iniziare una dieta per avere un’idea precisa di come siamo fatti e quanto effettivamente dovremo perdere, in massa grassa e non semplicemente in peso, inoltre è fondamentale per monitorare l’andamento di una dieta che deve preservare la massa magra e agire facendo diminuire la massa grassa.


Vuoi saperne di più sull'impedenza bioelettrica? Scrivi al Dott. Favretto: paolo.favretto@medicinamoderna.tv
Social
Dott. Paolo Favretto - Dietologo Clinico
Hai bisogno di un consulto in
Scienza dell'Alimentazione
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Paolo FAVRETTO    
Altro dal blog
Caffeina, acqua, frutta e verdura, cosa è bene sapere per una sana dieta.
Le motivazioni possono essere varie e in particolare la causa non è mai una sola.
Quanto incide realmente lo scheletro sul nostro peso corporeo?
Esistono dei fondamenti scientifici a supporto della tesi che la colazione è il pasto più importante della giornata.
Molti sono convinti che perdere peso sia solo una questione di estetica, ma si sbagliano. Restare in forma aiuta soprattutto a vivere più a lungo e meglio.
La chetosi è la chiave per contrastare le adiposità localizzate
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 39 | AUTUNNO 2020
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico