Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Dieta e Alimentazione   Nutrizione  

Proprietà degli alimenti: sfatiamo i luoghi comuni sulle diete

Dott. Luciano Pagnin - Dietista a Mestre e San Donà
Dott. Luciano PAGNIN
 15 Febbraio 2022

Giovane donna mangia un piatto di verdure fresche

Le proprietà di alcuni alimenti spesso sono esaltate o demonizzate a causa di notizie false o travisate che si diffondono nell’immaginario comune.

Quante volte abbiamo sentito dire che che le uova fanno male al fegato? O che la carne rossa e gli spinaci sono la fonte ideale per il ferro? Non sempre quello che si dice corrisponde alla verità.
 

Dottore, che ne pensa di questi luoghi comuni?

Come spesso accade, i luoghi comuni nascono da un qualche fraintendimento o “fake news” (tema purtroppo particolarmente attuale), che come per incanto diventa una verità.
Nelle fattispecie, per esempio le uova, a causa della loro eccellente ricchezza nutrizionale, vengono spesso paradossalmente indicate come causa di problemi epatici. In realtà è una questione che riguarda l’equilibrio con cui dovrebbero essere assunte le uova, soprattutto il tuorlo: un eccesso del loro consumo può portare a ipercolesterolemia e, se associato ad altri disequilibri nutrizionali, a steatosi epatica o altre patologie.
Quindi, le uova sono un alimento eccellente se consumato con equilibrio e moderazione.

Per quanto riguarda poi la carne rossa e gli spinaci, si tratta di due “mondi” diversi anche se spesso trattati alla stessa stregua. La carne è fonte, oltre che di proteine ad alto valore biologico, sali minerali e vitamine, anche di ferro biodisponibile (ferro-eme). Quest’ultimo non si deve confondere con il ferro apportato dagli spinaci, che per sua composizione chimica non è altrettanto utile per il nostro organismo.
 

E’ vero che possiamo consumare frutta e verdura in gran quantità?

La frutta e la verdura sono due classi di alimenti che dovrebbero essere alla base della nostra dieta e ciò perché apportano una grande quantità di nutrienti essenziali come l’acqua, i sali minerali, le vitamine, le fibre e tutto ciò a fronte di un apporto calorico, soprattutto la verdura, esiguo.
 

Dieta chetogenica e dieta a zona? Per quanto tempo possiamo portarle avanti?

Sia nella dieta a zona che, soprattutto, nella dieta di stampo chetogenico si arriva ad avere degli apporti energetici sbilanciati a favore dell’apporto proteico. Questo comporta la produzione di cataboliti potenzialmente tossici che possono creare problemi. Seguire un’alimentazione chetogenica è plausibile solo per persone sane, mentre sono assolutamente non indicate per epatopatici o per chi ha problemi renali. 
Entrambe le diete vanno portate avanti per periodi di tempo esigui di modo da evitare l’accumulo di cataboliti tossici.
 

La “vecchia" dieta mediterranea è sempre valida?

Assolutamente sì e ciò per diverse ragioni. Dal punto di vista fisiologico è determinata da un apporto di nutrienti calorici bilanciato, equilibrato e metabolicamente adatto a chiunque.
Gli alimenti che maggiormente dovrebbero essere consumati fanno parte, soprattutto nel nostro Paese, della nostra “cultura alimentare” e ciò rende il tutto più facile anche dal punto di vista comportamentale.

Non da ultimo il razionale scientifico che pone a favore di questo stile alimentare: dalla fine degli anni ‘50 dello scorso secolo si sta continuando ad effettuare uno studio epidemiologico denominato “Seven Countries Study”, che ha dimostrato e continua a farlo, come lo stile alimentare mediterraneo favorisca la longevità e la salute abbassando la probabilità di insorgenza delle principali cause di morte (malattie cardiovascolari, ictus, tumori).

Social
Dott. Luciano Pagnin - Dietista a Mestre e San Donà
Hai bisogno di un consulto in
Dietistica
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Luciano PAGNIN    
Altro dal blog
In questo numero l'intervista a Marco Bianchi, chef e divulgatore, che ci porta alla scoperta del corpo tra scienza, ricette e benessere.
Nutrire bene il nostro organismo è la prima mossa per prevenire la stanchezza
Caffeina, acqua, frutta e verdura, cosa è bene sapere per una sana dieta.
Risvolti pratici e psicologici nella gestione del peso nei giovani ragazzi.
Le soluzioni New Penta per gestire il peso
Il diabete di tipo 2, in particolare, è una malattia molto diffusa in tutto il mondo e la sua prevalenza è in continua crescita (si prevedono per il 2030 più di 400 milioni di pazienti al mondo).
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico