MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Ortopedia-traumatologia e medicina dello sport    Sport  

PROTESI D'ANCA

MINI-INVASIVITA' E RAPIDO RECUPERO


La tecnica di chirurgia protesica dell’anca si è molto evoluta soprattutto grazie alla disponibilità di nuove protesi sempre più conservative che permettono al chirurgo di effettuare l’intervento di protesi d’anca con maggiore risparmio delle strutture anatomiche (la cosiddetta T.S.S Tissue Sparing Surgery) e con conseguente rapidità di recupero post operatorio. Negli ultimi 2 anni, la chirurgia protesica per via anteriore è diventata molto popolare tra gli ortopedici. Già nel secolo scorso la via anteriore era stata indicata come via d’accesso ottimale negli interventi di protesizzazione d’anca chirurgica ma non era mai stata utilizzata. Oggi, grazie anche all’esperienza nella tecnica acquisita dai chirurghi, è finalmente possibile usufruire dei tanti vantaggi della via anteriore resa possibile dai nuovi impianti protesici che risultano particolarmente adatti ad essere utilizzati con questa tecnica. Obiettivo di un intervento di protesi di anca è eliminare il dolore spesso causato da un evento degenerativo quale l’artrosi, con una buona articolarità che possa permettere al paziente di svolgere le proprie attività quotidiane nella completa autonomia e funzionalità. I vantaggi di questo tipo di chirurgia sono una cicatrice cutanea ridotta: l’incisione cutanea è ridotta di circa il 50% rispetto a quella di un intervento “convenzionale” con conseguente tessuto cicatriziale ridotto. Riduzione del dolore post-operatorio: l’approccio anteriore permette di ridurre il dolore post-operatorio poiché i muscoli non vengono sezionati. Ridotta permanenza ospedaliera: permette di ridurre i costi di ospedalizzazione Minor perdita di sangue: la preservazione dei muscoli e dei vasi permette di ridurre la perdita di sangue. Le trasfusioni sono rare e la formazione di coaguli nelle gambe (trombosi venosa profonda) è meno probabile. Precoce ripresa delle attività quotidiane: il ritorno alle attività quotidiane è molto più rapido e immediato rispetto alle tecniche chirurgiche tradizionali. È possibile guidare non appena il paziente è in grado di entrare e uscire dall’auto comodamente, avendo un buon controllo della gamba e senza assumere antidolorifici. In genere, è consigliabile attendete da 8 a 10 giorni prima di guidare, e comunque solo dopo approvazione del chirurgo.

 

 

Social
Altro dal blog
L’impianto di una protesi peniena consente riabilitazione sessuale del paziente affetto da disfunzione erettile grave nei casi non responsivi alla terapia orale e locale.
L'équipe di medicina fisica e riabilitazione a Casa di Cura Villa Maria è preparato alla gestione di pazienti con amputazione sia dal punto di vista fisico-riabilitativo che psicologico.
Chi desidera sottoporsi al rimodellamento del seno ha spesso dei dubbi in merito alla sicurezza delle protesi e alla polizza di garanzia a vita.
Personalizzazione e sicurezza sono le nuove parole d'ordine della chirurgia estetica. Il Dott. Ranieri spiega come le protesi si adattano alle tue esigenze.
Da giovani si può soffrire di una patologia che porta alla degenerazione articolare dell’anca.
Ieri l'intervento di protesi del ginocchio condotto dal Dott. Frangos. Si riprende dopo la pausa per la ristrutturazione della storica struttura padovana.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 37 | INVERNO 2020
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico