Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Analisi   Salute e benessere  

Centro di medicina al Marco Polo di Venezia con un Punto tamponi rapidi per il Covid-19

Centro di medicina al Marco Polo di Venezia con un Punto tamponi rapidi per il Covid-19

Tamponi rapidi per i passeggeri in partenza dall'aeroporto veneziano

Finora si era sempre parlato di tamponi in aeroporto per i passeggeri in arrivo. Con l'introduzione di una nuova disposizione, anche l’attività di screening in partenza è diventata più stringente. È per questo che il Gruppo Centro di medicina, insieme a Villa Salus di Mestre, ha risposto alla chiamata di SAVE per il Marco Polo di Venezia.

Come ha spiegato in una nota ufficiale Enrico Marchi, Presidente del Gruppo SAVE: “L’iniziativa nasce sull’onda della nuova normativa introdotta sabato scorso dall’Olanda, che permette l’accesso al Paese unicamente a chi ha effettuato un tampone molecolare non oltre 72 ore dal viaggio e un tampone rapido entro 4 ore dalla partenza del volo. Ringraziamo i nostri partner per aver accettato la sfida e per essersi resi disponibili in tempi così celeri, unendo le forze per dare un servizio che potrebbe essere destinato a diventare uno standard nei prossimi mesi”. 

La collaborazione tra SAVE e Centro di medicina era già un dato di fatto, che prevedeva una corsia preferenziale presso i laboratori territoriali per i passeggeri che necessitavano di un tampone molecolare, utilizzando l’email dedicata flysafe@centrodimedicina.com.

Centro di medicina infatti con le sue 33 strutture presenti capillarmente nelle 7 province venete oltre a Pordenone e Ferrara ed i suoi 50 punti prelievo, ha rappresentato in questi ultimi 10 mesi un punto di riferimento per gli screening Covid-19 sia per la popolazione sia per le aziende.

“Questo servizio rappresenta una risposta immediata ad un bisogno oggettivo di cittadini e aziende per molte delle quali siamo stati in questi mesi punto di riferimento nella lotta al Coronavirus sul territorio, con i test sierologici, tamponi rapidi e molecolari, grazie ai nostri 50 presidi distribuiti in modo capillare nelle 7 province del Veneto oltre a Pordenone e Ferrara ed alla task force Covid-19 capace di intervenire nelle realtà produttive in 48 ore – commenta Vincenzo Papes, Amministratore delegato Centro di medicina – Oggi portiamo questo bagaglio di competenza ed esperienza direttamente all’interno dell'aeroporto di Venezia, il più grande del Veneto e il terzo gate intercontinentale italiano, per essere ancora più vicini al sistema Veneto, nel percorso di ripresa e di rilancio della nostra economia. Un impegno che abbiamo assunto sin dall’inizio della pandemia partecipando in modo attivo al fianco del Sistema sanitario regionale nella lotta al Covid-19”. 

Gruppo Centro di medicina e Villa Salus, due storiche realtà della sanità del Veneto, hanno allestito il servizio con tempestività e prontezza, in poco più di 48 ore, con standard di comfort ed efficienza molto alti, che avrà una utilità di presidio sanitario in aeroporto avvalendosi di personale esperto e qualificato. 

L’operazione, ribattezzata Partenza sicura e di qualità, punta non solo sull’efficienza ma anche sul comfort, in quanto si svolge all’interno dell’aerostazione, dove tra le 3:00 e le 6:00 e tra le 8:00 e le 12:00 del mattino, i viaggiatori possono effettuare un tampone rapido, seguiti da personale sanitario professionale, poliglotta e con esperienza, secondo un protocollo certificato e condiviso con l’Ulss. Un servizio a pagamento ma a costi convenzionati (35 euro a tampone) al quale si accede direttamente in aeroporto senza prenotazione. Si consiglia l’accesso all’aeroporto per tempo per consentire al personale sanitario il correttosvolgimento dei test. 

"Siamo orgogliosi di essere stati scelti da SAVE per questo compito impegnativo e ci siamo organizzati tempestivamente perché questo avvenisse nel più breve tempo possibile – commenta Vincenzo Papes, Amministratore delegato Centro di medicina – Auspichiamo che il progetto pilota possa risultare strategico e funzionale, di modo da diventare uno standard anche per il futuro, di presidio sanitario permanente che ci piacerebbe offrire a tutto il sistema aeroportuale veneto, come a Venezia così anche a Treviso e Verona”. 


Gruppo Centro di medicina è una rete di strutture private e convenzionate presente Veneto, FVG e Emilia Romagna, con 33 sedi, circa 700 dipendenti e 1.400 collaboratori tra specialisti e operatori sanitari. Grazie ad una presenza capillare sul territorio, una dotazione tecnologica avanzata e specialisti in oltre 50 branche, nei suoi 40 anni di storia (nasce nel 1982 in provincia di Treviso) diventa un unicum in quanto accessibile e vicina alle comunità da un lato e dall’altro in grado di coprire tutta la filiera della salute, dalla clinica alla diagnostica, dalla chirurgia al ricovero fino alla riabilitazione, effettuando prestazioni ogni anno per oltre 1.5 milione di pazienti.

Tra le eccellenze troviamo la Chirurgia ortopedica di alta complessità (Casa di cura Villa Maria di Padova), la Senologia Diagnostica (40 mila prestazioni l'anno), la Chirurgia oculistica e refrattiva (Treviso, Padova e Ferrara), la Procreazione Medicalmente Assistita (PMA, 4 centri autorizzati per omologa ed eterologa a Treviso, San Donà di Piave, Mestre e Vicenza) e il Welfare aziendale, con oltre 50 mila prestazioni l’anno. Tutto il Gruppo ha esercitato un’azione strategica al servizio del territorio nella gestione della pandemia da Covid-19, effettuando screening su larga scala alla popolazione e alle aziende.

Al 31.12.2020 erano stati processati e refertati presso il Laboratorio Analisi Hub regionale di Conegliano, 80 mila tamponi rapidi, 20 mila molecolari, 50 mila sierologici.

 

Comunicato Stampa Centro di medicina 
29 gennaio 2021

Social
Altro dal blog
L’innovativo servizio PCR ultra veloce è frutto di una ricerca finanziata della Fondazione Bill Gates
L’Assessore ai Sociali di Thiene, Anna Maria Savio: “Ci consentiranno di monitorare le fasce più a rischio”
Oltre ai test sierologici anche i tamponi rapidi, l’ultima tecnica di screening validata a livello nazionale: risultato in 10 minuti
Questa mattina la visita del Sindaco, Andrea Danieletto, insieme alla sua giunta comunale
Centro di medicina partner del progetto con le sue 30 sedi, il suo Video Channel interno e gli oltre 200 monitor
Siglata una convenzione tra Gruppo Centro di medicina e la community di 6000 donne nata lo scorso anno in piena pandemia
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
medicina-moderna42-estate2021
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico