MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Ginecologia-ostetricia e urologia   Medicina generale   Salute e benessere  

ULSS 7

A CONEGLIANO E V.VENETO BOOM DI PARTI IN POSIZIONE LIBERA


I dati: Le nascite registrate nel 2011 nelle due Unità Operative dell’Ulss 7 sono state 2008 (1229 a Conegliano e 779 a Vittorio Veneto) contro le 2021 dell’anno precedente. I parti sono stati, invece, 1970 (1196 a Conegliano e 774  a Vittorio) contro i 1992 del 2010. A Conegliano si è registrato un “picco” di parti gemellari, ben 33 contro i 23 dell’anno prima. A Vittorio Veneto, invece, le coppie che hanno dovuto acquistare il corredino doppio sono state  5, contro le 6 del 2010. Al Santa Maria dei Battuti i maschietti hanno battuto le femmine, 638 contro 591, mentre all’Ospedale di Vittorio Veneto sono nate 390 femmine contro 389 maschietti. L’Unità di Ostetricia di Conegliano ha registrato quest’anno una netta inversione di tendenza nel rapporto tra partorienti italiane e straniere: se nel 2010 le immigrate rappresentavano il 37,62% del totale, nel 2011 si è registrata una flessione di oltre 5 punti percentuali (32,19%): “Si tratta di un dato sicuramente riconducibile alla crisi economica che si fa sentire in modo consistente anche tra le immigrate”, sottolinea il primario Azzena. In controtendenza l’Unità Operativa di Ostetricia di Vittorio Veneto “Era costituito da straniere il 32,3% delle donne che ha partorito nel 2011, contro il 26,3% del 2010”,  sottolinea il primario,  Francesco Pirrone.

 La curiosità: Nel 2010 si è registrato un boom dei parti in “posizione libera”: ha optato per una posizione “non convenzionale” il 64% delle donne che hanno scelto l’Unità Operativa di Ostetricia dell’Ospedale di Conegliano, contro il 36% di donne che, invece, ha preferito il classico lettino. Gettonatissimo il parto sul fianco, in posizione fetale (466 donne), seguito da quello carponi (20), accovacciato (11), e in acqua (12 tra travagli e parti). “Questi dati non sono legati, come qualcuno potrebbe pensare, a una “moda” - sottolinea il primario Azzena - ma al fatto che certe posizioni favoriscono sia la donna, riducendo lacerazioni e necessità di ricorrere all’episiotomia, che il neonato. Il notevole incremento dei parti in “posizione libera” è frutto dell’evoluzione delle nostre ostetriche che sull’argomento hanno seguito numerosi corsi”. La percentuale di donne che ha scelto di partorire “in posizione libera” ha superato il 50% anche presso l’Unità Operativa di Ostetricia dell’Ospedale di Vittorio Veneto dove è attivo anche il servizio di “parto indolore” mediante peridurale “che dallo scorso anno - sottolinea il primario Pirrone - viene fornito dalle 8 alle 20. Il nostro obiettivo è di arrivare a  garantirlo 24 ore su 24”.    
 
    
Dottor Antonio Azzena                  Dottor Francesco Pirrone
Medico Chirurgo Primario               Medico Chirurgo Primario
 
 
 
 
 

 

Social
Altro dal blog
La 4° edizione della manifestazione che vede le donne correre per le donne, quest’anno ricorda la mamma stroncata dal male lo scorso 12 agosto.
Incontro informativo con gli specialisti venerdì 25 novembre 2016, organizzato da LILT Conegliano in collaborazione col Comune di Sernaglia della Battaglia.
Presentata ufficialmente oggi l'edizione 2016, a San Vendemiano il 20 novembre. Medicina Moderna contribuisce con il numero dedicato alla donna.
ACCOLTO CON ENTUSIASMO IL PROGETTO CHE VEDE UN GRUPPO DI NARRATORI, QUASI TUTTI DIPENDENTI
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 35 | ESTATE 2019 Antonio Cairoli
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico