Loading...

Difetti visivi e tecniche laser per correggerli

I principali difetti visivi possono essere corretti con il laser per la chirurgia refrattiva così da eliminare la necessità di indossare gli occhiali da vista.
Dott. Giancarlo Caprioglio Dott. Giancarlo Caprioglio Visualizza il profilo del medico e richiedi maggiori informazioni

Vuoi approfondire questa tematica o hai bisogno di un consulto medico in Oculistica?

Ottieni una visita medica dove e quando vuoi, in video o in un centro medico a te vicino


Dott. Giancarlo Caprioglio
Dott.

Giancarlo Caprioglio

Richiedi visita

Il Dott. Giancarlo Caprioglio, specializzato in clinica oculistica, illustra i principali difetti visivi e le tecniche laser che si utilizzano per risolverli ed eliminare l'uso degli occhiali da vista e da lettura.


Quali sono i difetti visivi più diffusi?

Buona perte della popolazione soffre di difetti visivi, ma il più comune, che compare con l'età, all'incirca dopo i 40 anni è la presbiopia, la difficoltà a vedere da vicino che a un certo punto costringe a mettere gli occhiali. Soprattutto in quelle persone che non hanno mai dovuto indossarli, gli occhiali sono spesso un fastidio che si vorrebbe evitare.

Poi, tra i difetti più diffusi c'è la miopia che compromette la visione da lontano, mentre non crea difficoltà nella visione da vicino. Anche in questo caso è necessario l'uso di occhiali per correggere il difetto che, solitamente, è crescente durante l'età dello sviluppo e, in generale, si assesta verso i 21 anni.

L'astigmatismo, invece è una differenza fra gli assi visivi che crea una minore nitidezza dell immagine con conseguente visione sfuocata sia da vicino che da lontano.

Infine, l'ipermetropia che causa difficoltà di messa a fuoco da vicino e, col progredire peggiora anche la vista da lontano. A causa del continuo accomondamento del cristallino per compensare il difetto visivo, si manifestano bruciore agli occhi, mal di testa e sessibilità alla luce.


È possibile togliere gli occhiali?

L'intervento per correggere i difetti visivi è possibile, previa un'accurata esaminazione del paziente: si esegue un'indagine della cornea per valutarne lo spessore, si valuta la lacrimazione, la capacità di cicatrizzazione e i difetti pregressi.


Quali sono le principali tecniche laser?

La prima metodologia è stata la PRK, un'ablazione dell'epitelio corneale per mezzo del laser ad eccimeri, con una cicatrizzazione un po' lunga.
Successivamente con la tecnica lasik ci si procurava un lembo corneale, inizialmente con l'uso di un microcheratomo meccanico e, successivamente, con il laser a femtosecondi (tecnica Femtolasik).

La tecnica SMILE, la più recente, consiste nel creare un lenticolo con il laser che verrà poi estratto per rimodellare la superficie della cornea.


Il post-operatorio

I possibili effetti nel post-operatorio possono essere sensazioni di bruciore o corpo estraneo nell'occhio che scompaiono rapidamente con l'uso di colliri lubrificanti. Anche un'eventuale fotofobia scompare rapidamente nel giro di pochi giorni.

 

Guarda altri video con gli stessi TAG
dott. giancarlo capriogliomiopiapresbiopia
Dott. Giancarlo Caprioglio Dott. Giancarlo Caprioglio
Dott.

Giancarlo Caprioglio

Hai bisogno di un consulto medico in Oculistica?

Ottieni una visita medica dove e quando vuoi, in video o in un centro medico a te vicino

Richiedi visita
Altri video
Richiedi una visita o prenota un videoconsulto con uno specialista di fiducia.
Prenota

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna

Iscriviti alla newsletter

Scarica l'ultimo numero della rivista Medicina Moderna e rimani sempre aggiornato sui webinar e tutte le iniziative in tema di salute

Top