Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Alimentazione   Medicina generale   Salute e benessere   Scienza dell'alimentazione  

CELIACHIA E OSTEOPOROSI

PREVENZIONE E STILE DI VITA


In occasione della Giornata Mondiale dell’Osteoporosi, approfondiamo un argomento non largamente conosciuto, che riguarda questa patologia: il legame tra osteoporosi e celiachia. L’osteoporosi è una patologia caratterizzata da un consistente impoverimento del tessuto osseo con un conseguente incremento del rischio di fratture. Per ulteriori informazioni sulla patologia potete consultare il sito della Federazione Italiana Osteoporosi e malattie dello scheletro . Il legame tra celiachia e osteoporosi rappresenta un’ulteriore riprova dell’importanza della prevenzione per la diagnosi e il trattamento di alcune patologie; nonché nel ruolo giocato dall’alimentazione nel mantenimento della salute.

L’origine del legame tra celiachia e osteoporosi

La celiachia è un’intolleranza al glutine che se non trattata correttamente conduce a uno stato infiammatorio cronico della parete intestinale, con atrofia progressiva dei villi intestinali. Il legame tra celiachia e osteoporosi deriva dal fatto che l’infiammazione dei villi intestinali causata dalla celiachia porta a un ridotto assorbimento, tra le altre, di vitamina D e calcio, elementi importanti per lo sviluppo e il mantenimento delle ossa. Inoltre, come ha dimostrato uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine, esiste una seconda associazione tra le due malattie: il 20% dei pazienti celiaci posseggono anticorpi che attaccano l’osteoprotegerina, una proteina fondamentale per mantenere le ossa forti.

Prevenzione

Nel caso in cui si presentino dei fattori di rischio (si veda un elenco sul sito della lega Italia Osteoporosi onlus , tra questi anche la celiachia, è consigliabile sottoporsi a un esame per verificare la presenza di osteoporosi. L’esame che consente di identificare l’osteoporosi è la DEXA, test non invasivo utilizzato per misurare la densità minerale ossea; possono essere utilizzate anche alcune apparecchiature a ultrasuoni, in grado però di dare solo una stima dell’eventuale osteoporosi a livello del calcagno. Una diagnosi tempestiva consente di agire immediatamente con una terapia adeguata e, quindi, di bloccare la perdita e rafforzare le ossa; per questo, in caso si soffra di celiachia, è importante sottoporsi all’esame per l’osteoporosi, anche in assenza di sintomatologia. Nelle prime fasi, infatti, non si avvertono sintomi né dolori; solo in seguito possono comparire mal di schiena, diminuzione della statura, postura curva e fratture.

Sile di vita

Oltre alla terapia medicinale per l’osteoporosi, grandi risultati possono essere ottenuti seguendo un corretto stile di vita. Innanzitutto, introdurre calcio e vitamina D rafforza le ossa. L’alimentazione senza glutine seguita correttamente  consente di migliorare, e in alcuni casi persino arrestare, il deterioramento osseo. Infine, incide positivamente sulla salute ossea praticare attività fisica, jogging, corpo libero e nuoto. Al contrario, se l’osteoporosi è già presente , meglio evitare esercizi che includono l’utilizzo di pesi che gravano sul corpo.

 

©photo: en.agro-kontakt.

Social
Altro dal blog
Facciamo chiarezza sulle notizie false relative alla correlazione tra alimentazione ed insorgenza di tumori
Protocollo dietetico per adiposità localizzata e PEFS di New Penta
Durante l'incontro del Tour della Prevenzione si è parlato di disturbi gastrointestinali e del rapporto tra la dieta e la salute della pelle
“Dopo le feste mi metto a dieta!” È il primo dei buoni propositi che si fa dopo gli eccessi delle tavole natalizie.
In genere, le diete sono orientate alla riduzione di peso. Bisogna ricordare, però, che anche il sottopeso può essere un fattore di rischio per la salute.
Avanzamento nella lotta contro i tumori grazie ai ricercatori del San Raffaele di Milano, che hanno presentato a Washington un'innovativa terapia immunocellulare.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 39 | AUTUNNO 2020
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico