MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Salute e benessere  

Il trattamento MOCA: via le varici senza dolore

Dott. Andrea Griso - Chirurgo Vascolare a Verona
Dott. Andrea GRISO
 21 Dicembre 2018

Il trattamento MOCA: via le varici senza dolore

Il rivoluzionario trattamento senza anestesia.

La ricerca e l’evoluzione tecnologica hanno messo a disposizione del chirurgo vascolare nuovi presidi e tecniche che permettono terapie sempre meno invasive per il trattamento della malattia venosa cronica superficiale degli arti inferiori.


Moltissime donne soffrono di vene varicose. Quali sono le cause?

Il sesso è certamente un fattore determinante: infatti, confermo che i soggetti maggiormente colpiti sono per l'appunto donne. Un ruolo importante lo svolge anche l'ereditarietà, poi il peso, l'abitudine alla sedentarietà e alla stazione eretta prolungata sono condizioni che possono favorire la patogenesi dilatativa della parete venosa. 
 

Quando arriva il momento di “correre ai ripari”?

Nelle fasi iniziali della malattia, le varici rappresentano principalmente un problema di natura estetica e richiedono un trattamento medico basato fondamentalmente sulla regolazione dello stile di vita e sull’elastocompressione. Col passare del tempo e il peggioramento dell’entità del reflusso venoso compaiono i primi sintomi più problematici: dal senso di pesantezza e facile affaticabilità dell’arto, alle alterazioni cutanee, per finire con prurito e crampi muscolari. Alla comparsa di uno di questi sintomi, per ovviare anche alle possibili complicanze quali la flebite e la tromboflebite, si può ricorrere alla correzione chirurgica.


 

È vero che esiste un trattamento innovativo in grado di risolvere il problema senza dolore?

Negli ultimi anni, a fianco alle tradizionali tecniche chirurgiche si sono sviluppati molteplici trattamenti cosiddetti mini invasivi che prevedono la “chiusura” della vena varicosa con il laser o la radiofrequenza, e altre metodiche ancora più recenti che non richiedono fonti di calore per occludere la vena malata, tra cui la MOCA. Quest’ultima tecnica è indolore e non richiede alcuna anestesia.
 

Come si svolge il trattamento? Vi si può sottoporre chiunque?

La MOCA è un trattamento chirurgico ambulatoriale che, ripeto, non richiede l’utilizzo di anestesia essendo assolutamente indolore. Prevede la puntura della vena sotto guida ecografica e l’inserimento al suo interno di un catetere rotante che determina un’alterazione meccanica e chimica della vena malata e quindi la sua completa chiusura. Moltissimi pazienti hanno caratteristiche anatomiche della vena tali da poter essere sottoposti a questo trattamento. Per stabilire l'indicazione all'intervento, è sufficiente una visita con ecocolordoppler dell’arto inferiore.

Social
Altro dal blog
È il disturbo venoso più diffuso nella popolazione, e riguarda principalmente le donne
La malattia varicosa è una delle patologie più diffuse nella popolazione italiana. Oltre a causare fastidiosi inestetismi, può portare a disturbi di salute più gravi.
Il calore e l'esposizione al sole tendono ad accentuare e peggiorare la sintomatologia delle vene varicose. Per questo motivo è bene seguire alcuni accorgimenti.
Nuove tecniche miniinvasive sono a disposizione del paziente che soffre di vene varicose: la radiofrequenza, ad esempio, si può applicare nel 60-70% dei casi.
Una tecnica innovativa che permette di evitare punti di sutura e il rischio di recidive nel corso degli anni.
Il facelift è il modo più duraturo ed efficace di ringiovanire il volto mantenendone la fisionomia e l'espressività.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 34 | PRIMAVERA 2019 Caterina Murino
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico