Loading...
Difficoltà erettile e sessuologia. Quale terapia adottare?

Difficoltà erettile e sessuologia. Quale terapia adottare?

I problemi di erezione possono derivare da patologie pregresse o da un'inadeguata informazione sessuale

I problemi sotto le lenzuola possono creare problemi psicologici nell’uomo che, a loro volta, potrebbero avere ripercussioni anche nel rapporto di coppia. Ne abbiamo parlato con il Dott. Drago.

 

Dottore, qual è la principale preoccupazione degli uomini con difficoltà ad avere un’erezione?

Un messaggio che gli uomini dovrebbero apprendere è che nei rapporti sessuali entrano in relazione due persone con i propri sentimenti, pensieri, preferenze, gusti e non due genitali. La vera soddisfazione sessuale e tutto ciò che ti fa star bene con te stesso/a e con il proprio/a partner. E ciò non dipende dalle dimensioni del pene, dalla durata dell’erezione o dal numero di orgasmi. Tutti gli uomini dovrebbero recepire questo messaggio, in tal modo avremmo sicuramente meno disfunzioni sessuali e soprattutto più sane relazioni umane.
 

Esistono diversi tipi di impotenza?

Sì, possiamo individuare l’impotenza psicogena, organica, mista e idiopatica.
 

Quali possono essere le principali cause?

Nel caso di deficit erettivo psicogeno dobbiamo distinguere tra primario e secondario: tra le cause della prima forma rientrano l’educazione restrittiva, le relazioni familiari disturbate, l’inadeguata informazione sessuale e le precoci relazioni sessuali “disturbate”. Tra le forme secondarie, invece, possiamo citare la forma coniugale (da noia o abitudine), quella da disuso (astinenza prolungata), da divieto (sensi di colpa in ambito ideologico-religioso, ambiente socio-familiare, di costume), da spogliamento (erezione possibile se si è vestiti e impossibile nello stato di nudità), della luna di miele (riguarda la fatidica prima notte ed è collegata di solito, più che all’ansia, all’impreparazione), da probabilità (assenza o scomparsa dell’erezione quando viene intravista o accertata la possibilità di un rapporto sessuale).
 

Può dipendere anche da alcune patologie?

Sì, ne sono esempi l’arteriosclerosi generalizzata, le malattie sistemiche quali diabete mellito di tipo 1 o 2, l’ipertensione arteriosa primitiva o secondaria, la cardiopatia ischemica, la cirrosi epatica, l’insufficienza renale cronica e la dialisi. Vanno anche incluse le forme iatrogene, dovute alla chirurgia aorto-iliaca, alla chirurgia vescicoprostatica, TURP, alla chirurgia addomino-perineale. Esistono poi delle cause di tipo venoso quali l’invecchiamento (ischemia dell’albuginea, la malattia di La Peyronie). Si hanno anche casi di natura endocrina caratterizzate da ipogonadismo. Fra le forme neurogene vanno ricordate il morbo di Parkinson, lesioni del midollo spinale, sclerosi multipla, neuropatie da alcolismo, ernie ai dischi.

E la forma mista, da cosa può essere causata?

Si verifica principalmente nei forti fumatori, negli uomini affetti da diabete mellito o da ipertensione arteriosa, che possono avere conflitti coniugali o essere depressi.
 

Infine, quando si verifica la forma idiopatica?

È tipica delle persone anziane, che spesso subiscono commenti negativi sul loro declino erettivo da parte della loro partner.

 

Quali sono i possibili trattamenti?

Nelle forme organiche e miste si ricorre alla terapia medica o all’iniezione intracavernosa di prostaglandina. Nella forma psicogena, si procede con la psicoterapia sessuale mansionale individuale o di coppia; in quella idiopatica delle persone anziane è utile, prima di procedere a una scelta terapeutica, sostenere un counseling sessuologico. Esistono altre forme di terapia più invasive quali l’utilizzo del vacuum device, la terapia con ultrasuoni e, nei casi estremi, la terapia chirurgica (inserzione di protesi peniene o correzione di anomalie vascolari). Di fondamentale importanza è evitare il “fai-da-te” che, invece di risolvere problemi, potrebbe crearne altri.

 

Nei rapporti sessuali entrano in relazione due persone con i propri sentimenti, pensieri, preferenze, gusti e non due genitali.

Leggi altri articoli con gli stessi TAG
disturbi sessualidott. Giovanni Dragodisfunzione erettile
Dott. Giovanni Drago Dott. Giovanni Drago
Dott.

Giovanni Drago

Hai bisogno di un consulto medico in Sessuologia?

Ottieni una visita medica dove e quando vuoi, in video o in un centro medico a te vicino

Richiedi visita

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna
Top