MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Odontoiatria   Salute e benessere  

La malattia parodontale: cos'è e sopratutto si può guarire?

Di: Dott. Fausto SCHENARDI

La malattia parodontale: cos'è e sopratutto si può guarire?

L'apparato di sostegno del dente, noto come parodonto, è costituito dalla gengiva, da fibre elastiche di collegamento (legamento parodontale), dal cemento radicolare e dall'osso alveolare di sostegno.

Cos’è la malattia parodontale

La malattia parodontale, volgarmente conosciuta come “piorrea”, è una patologia delle ossa mascellari che riguarda circa il 50% della popolazione. È sostenuta da famiglie batteriche specifiche che sono presenti nelle bocche di questi pazienti, batteri che tendono a colonizzare la radice dei denti consumando così l’osso di sostegno che via via va ritirandosi creando vere e proprie tasche ossee; con il tempo senza intervenire sul problema i denti si mobilizzano fino a cadere. Si tratta di una forma trasmessa geneticamente e che peggiora in presenza di fattori come il fumo, il diabete, un’alimentazione eccessivamente acida e una scarsa igiene orale.




















 

Può essere causa anche di altre malattie?

Certamente! È ormai assodato dalla comunità scientifica che la malattia paradontale per tramite dei batteri del cavo orale che passano nel sangue, può essere causa di malattie cardiache come l’endocardite, malattie polmonari, ascessi celebrali e può influire sulla gravidanza determinando parti prematuri; inoltre ha un importante correlazione con il diabete.

 

Si può guarire?

Premesso che i batteri del cavo orale una volta presenti in quanto ereditati non possono sparire, ovvero non possiamo “sterilizzare” una bocca, ciò detto è fondamentale comprendere che la rimozione della placca batterica è il pilastro della terapia; in gergo è definita come “terapia causale” e consiste nel trattamento delle gengive prima ad opera della figura dell’Igienista che si occuperà di effettuare un analisi delle gengive, definita Sondaggio per valutare la qualità e la quantità di tasche da trattare. Successivamente inizierà il trattamento vero e proprio, detto Scaling attraverso alcune sedute per rimuovere l’infiammazione.



 

È vero che l’osso si può ricostruire?

Certamente, una volta completato il trattamento causale da parte dell’Igienista, lo specialista Parodontologo prenderà in carico il paziente effettuando degli interventi a livello dell’osso perduto ricostruendolo con innesti che andranno a chiudere le tasche. 

In buona sostanza se è vero che i batteri della malattia parodontale non possono del tutto sparire è altrettanto vero che il paziente che segue un protocollo rigoroso di cura prima con la figura fondamentale di un Igienista specializzato e poi con lo specialista Parodontologo, potrà guarire e mantenere sane le proprie gengive.

 

Quanto sono importanti le sedute di igiene?

Ci tengo infatti a concludere dicendo che terapia causale e chirurgia ossea rigenerativa rappresentano il primo step della guarigione, ma se il paziente non segue un protocollo di mantenimento attraverso regolari sedute di igiene e una correzione dell’igiene domiciliare la guarigione può essere compromessa 

Dott. Fausto Schenardi – Implantologo a Conegliano
Hai bisogno di un consulto in
Odontoiatria
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Fausto SCHENARDI    
Altro dal blog
La terapia ortodontica non ha età e in qualsiasi fase della vita è possibile migliorare il proprio sorriso.
Quando bisogna davvero prendersi cura di sé.
Il Cerec è una tecnica assistita da computer per la realizzazione di intarsi, corone e ponti in ceramica integrale.
Accessorio inutile e ingombrante, o funzionale e individualizzato?
Capiamo come, quando e perché sottoporsi a questa metodica, che permette di avere denti fissi e il sorriso definitivo in 24 ore.
La recessione gengivale è associata a molteplici disturbi come ipersensibilità dentinale, infiammazione locale ed evidente inestetismo.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
  Tutte le riviste
I nostri partner
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico