Loading...
MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Chirurgia Generale   Salute e benessere  

Prevenzione in senologia

Dott. Giuseppe Berlanda - Chirurgo e Oncologo
Dott. Giuseppe BERLANDA
 03 Ottobre 2018

Dato che le cause del carcinoma della mammella non sono note, per evitarne l'insorgenza è fondamentale la diagnosi precoce.

L'incidenza del carcinoma mammario varia molto a seconda dell'età: meno del 5% di tutti i casi di carcinoma alla mammella viene diagnosticato in età inferiore ai 35 anni. 
La curva di incidenza cresce poi esponenzialmente fino agli anni della menopausa (50-55), rallenta successivamente per poi riprendere a salire lentamente dopo i 60 anni.

Si può far qualcosa per evitare il carcinoma alla mammella?

In termini di prevenzione primaria, ossia per prevenirne l'insorgenza, purtroppo si può fare ben poco. Ci possiamo attenere a delle regole generiche, che agiscono soprattutto sullo stile di vita (si veda il prospetto della prevenzione primaria), ma non esistono farmaci o formule magiche che permettano di non ammalarsi. Un ruolo importantissimo è ricoperto invece dalla prevenzione secondaria, ossia dalla diagnosi precoce: cercare di scoprire il carcinoma il prima possibile, quando è ancora piccolo, in modo da poterlo curare e nella maggior parte dei casi guarire.
 

Quali strumenti ha a disposizione la donna, per la diagnosi precoce?

L'autopalpazione, la visita senologica, ma soprattutto l'ecografia mammaria e la mammografia. L'ecografia impiega ultrasuoni per rilevare la presenza di un nodulo e ne studia la consistenza, solida o liquida e ne definisce le caratteristiche. La mammografia, invece, è la radiografia della mammella ed è utile per scoprire noduli, microcalcificazioni o altri segni indiretti di carcinoma. La dose di raggi X che la donna riceve con una mammografia non è dannosa per la salute.
 

Quando sottoporsi a questi esami

L'autopalpazione è consigliata a partire dai 20 anni, sebbene l'incidenza del carcinoma sia molto bassa sotto i 30, per imparare a conoscere il proprio seno e le sue caratteristiche. Per le più apprensive, una visita senologica ogni 3 anni può essere utile.

Dai 30 ai 40 anni, è raccomandabile l'ecografia ogni 12-18 mesi, intervallata con una visita senologica. Dai 40 e fino ai 50 anni, età in cui la donna è maggiormente a rischio, è consigliabile sottoporsi a mammografia ed ecografia ogni 12, massimo 18 mesi. In questo periodo, ecografia e mammografia sono esami complementari perché ci sono lesioni che si vedono solo con la mammografia e non con l'ecografia, e viceversa. Consigliabile anche una visita senologica all'anno. Dai 50 ai 70 anni, la donna entra nel programma di screening mammografico, che al momento prevede solo una mammografia ogni 2 anni. Grazie allo screening, il tasso di mortalità è stato ridotto del 30% in questi ultimi anni. Il programma prevede che, se viene rilevata qualche lesione la donna venga seguita nell'ambito delle Breast Unit. Dai 70 anni, continuano ad essere raccomandate sia mammografia che ecografia ogni 18-24 mesi, e poi solo mammografia a discrezione dello specialista. La visita senologica da parte dello Specialista Senologo completa gli esami diagnostico-strumentali, controllando i loro referti, e conclude l'iter in previsione di ulteriori futuri controlli. 

Social
Altro dal blog
A partire dai 40 anni di età è bene eseguire periodicamente la mammografia per prevenire il carcinoma al seno
Di facile esecuzione, rapida, precisa e sicura, può essere eseguita al termine dell’ecografia, evitando di dover tornare in ambulatorio in un secondo momento
Il 27 ottobre la dottoressa Veronica Biondin sarà relatrice all’incontro organizzato dal Centro Medico Thienese. In questo articolo un'anticipazione di quanto verrà discusso in serata.
Si stima un incremento dell'accuratezza complessiva della tomositesi del 15% rispetto alla mammografia tradizionale, intesa come singola indagine di raffronto.
Venerdì 29 ottobre ore 20 in piazza delle Erbe verrà proiettato il video testimonianza su Palazzo Moroni: tra le protagoniste Susanna Huckstep, Miss Italia nel 1984
Visite senologiche e mammografie gratuite per le donne segnalate dalla Lilt
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
Rosanna Banfi
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico