Loading...
Proteggere la pelle nei bambini

Proteggere la pelle nei bambini

Alcuni disturbi molto comuni possono interessare la pelle dei bambini, quali la crosta lattea e l’eczema atopico, la dermatite da pannolino e l’acne del neonato.

La pelle dei bambini è particolarmente delicata perché lo strato corneo è molto più sottile e le cellule sono meno strettamente legate rispetto alla pelle di un adulto. Anche le ghiandole sudoripare e sebacee sono meno attive e così il film idrolipidico ed il mantello acido protettivo sono ancora relativamente deboli, costituenti fondamentali della barriera cutanea. 

La pelle dei bambini tende a disidratarsi ed è particolarmente sensibile agli agenti chimici, fisici e alle aggressioni microbiche. Le sostanze che vengono a contatto con la pelle dei bambini vengono assorbite più facilmente e penetrano negli strati più profondi della pelle.
 

Detergere la pelle del bambino

Sono consigliabili bagni o docce di breve durata, in acqua tiepida (33-34 °C), con detergenti non irritanti e con basso potere allergizzante disponibili in varie formulazioni, quali i syndet e le soluzioni acquose. L’impiego di oli da bagno aiuta a prevenire la disidratazione cutanea. La cute deve essere quotidianamente idratata con emollienti da applicare preferibilmente subito dopo la detersione. Questo riduce la penetrazione di sostanze irritanti/sensibilizzanti, ma soprattutto riduce il prurito e l’irritazione.


Attenzione, asciugare con delicatezza

Avere l’accortezza di asciugare delicatamente il bambino dopo il bagnetto, tamponando e rimuovendo tutti i residui di acqua, facilita la prevenzione e la riparazione del danno della barriera epidermica.
 

Quando è necessaria la visita specialistica dermatologica

Ogni volta che non sei sicuro di quali siano i sintomi e le dermatiti da curare, meglio rivolgersi a un medico specialista. Di solito i sintomi si sviluppano dopo che un bambino è stato svezzato: compare un’eruzione cutanea che infiamma improvvisamente la pelle e la rende pruriginosa. Nelle fasi acute la pelle infetta può perdere liquido. I neonati di solito hanno la dermatite atopica sul viso, in particolare sulle guance, sulle palpebre e sul cuoio capelluto (crosta lattea), sulle ginocchia e sui gomiti. È molto raro che i bambini sviluppino la pelle atopica nella regione del pannolino.

Leggi altri articoli con gli stessi TAG
dermatite atopicadermatologiapediatriaEczema
Dott.ssa Rossana Capezzera Dott.ssa Rossana Capezzera
Dott.ssa

Rossana Capezzera

Hai bisogno di un consulto medico in Dermatologia?

Ottieni una visita medica dove e quando vuoi, in video o in un centro medico a te vicino

Richiedi visita

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle utlime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna
Top