Loading...
Prevenire e riconoscere il melanoma con il videodermatoscopio

Prevenire e riconoscere il melanoma con il videodermatoscopio

La visita specialistica permette di individuare quei nei che possono essere sospetti e prevenire la formazione del melanoma
Dott. Alessandro Maturi

La pelle è l’organo più esteso del nostro corpo e, se trascurata, può portare all’insorgenza di formazioni tumorali come il melanoma.
 

Dottore, cos’è il melanoma?

Il melanoma è un tumore maligno che origina dai melanociti della cute, in costante aumento negli ultimi decenni, che però oggi può essere diagnosticato in uno stadio molto precoce, con alte percentuali di guarigione dopo l’asportazione chirurgica.
 

Quali sono le condizioni che ne favoriscono la formazione?

L’esposizione solare, specie quella intensa ed intermittente in età giovanile, e l’abuso di lampade abbronzanti.
 

Esistono dei pazienti a rischio?

Sì, pazienti con cute molto chiara (fototipo 1 e 2), elevato numero di nei o nei atipici, casi di pregresso melanoma e la familiarità.
 

Come si manifesta clinicamente il melanoma?

Il melanoma può insorgere ex novo su cute sana o su neo preesistente che si modifica. Nella maggior parte dei casi, si manifesta come lesione pigmentata piana atipica (melanoma superficiale). Più raramente, come lesione rilevata nodulare ad evoluzione più rapida ed aggressiva (melanoma nodulare).
 

Quali sono i segni d’allarme a cui fare attenzione?

Sono riassunti nella regola dell’A-B-C-D-E, cioè una lesione pigmentata diventa sospetta quando presenta:
A) Asimmetrica
B) Bordi irregolari
C) Colore disomogeneo
D) Dimensione oltre 6 millimetri
E) Evoluzione – Elevazione – Emorragia

Come avviene la diagnosi precoce del melanoma?

Il Dermatologo esamina tutta la cute, le mucose visibili ed il cuoio capelluto con l’ausilio del Dermatoscopio manuale, che ingrandisce 10 volte l’immagine dei nei e ne evidenzia fini strutture come il reticolo pigmentario, che nei nevi benigni è regolare, mentre nei melanomi è irregolare ed atipico.
 

Cos’è la mappatura dei nei?

Per uno screening più approfondito in alcuni casi si utilizza il Videodermatoscopio, un computer dotato di una telecamera in grado di acquisire sia le immagini cliniche dei nei sia le immagini dermoscopiche a vari ingrandimenti, ottenendo una vera e propria mappa digitale dei nei che sarà confrontabile con le immagini dei successivi controlli periodici, in modo da notare ogni minimo cambiamento ed individuare eventuali lesioni sospette.

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle utlime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna
Top