Loading...
Attenzione all’uso di testosterone se si soffre di apnea ostruttiva notturna

Attenzione all’uso di testosterone se si soffre di apnea ostruttiva notturna

È stata condotta una ricerca in letteratura per identificare studi rilevanti su apnea ostruttiva del sonno e terapia sostitutiva con testosterone.

Dott. Andrea Militello

L'associazione tra testosterone (TTh) e apnea ostruttiva del sonno (OSA) è stata inizialmente descritta in un caso clinico del 1978 di un individuo con apnee notturne peggiorate durante la somministrazione di testosterone, una tendenza riscontrabile nelle successive serie di piccoli casi. 

Negli anni '90, un'ampia analisi retrospettiva ed il primo studio randomizzato controllato sull'argomento non hanno rivelato una maggiore incidenza di OSA negli individui con TTh. 
Uno studio randomizzato controllato condotto nel 2012 ha fornito una possibile spiegazione delle discrepanze precedentemente riportate, descrivendo un effetto limitato nel tempo, in cui le misure di OSA erano elevate a sette settimane ma non erano significativamente diverse a 18 settimane dopo l'inizio del TTh. 



Un recente studio di coorte ha dimostrato un'incidenza di OSA negli individui con TTh del 16,5% rispetto al 12,7% nei controlli. Si ritiene che TTh influenzi l'OSA in diversi modi. Le teorie secondo cui gli effetti anabolici del testosterone possono ridurre la pervietà delle vie aeree o che il testosterone altera l'architettura del sonno sono state ampiamente smentite. 
Più probabilmente, il testosterone svolge un ruolo nell'alterare i percorsi di risposta neurale all’ipossiemia.

Conclusioni: il TTh probabilmente gioca un piccolo ruolo nell'esacerbare o indurre cambiamenti nell'OSA che possono essere di natura limitata nel tempo. I medici possono scegliere di prestare attenzione nel prescrivere TTh alle persone che soffrono di OSA grave. 

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle utlime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna
Top