Loading...
Ecocardiogramma, guardare dentro al cuore

Ecocardiogramma, guardare dentro al cuore

Esame indolore, non invasivo e ripetibile senza problemi per il paziente

Dott. Giuseppe Scattolin

Guardare la luna a occhio nudo o con il cannocchiale cambia completamente prospettiva e dettaglio della visualizzazione. Allo stesso modo, il cardiologo dispone oggi di un “cannocchiale” per valutare la struttura e il funzionamento del cuore: l'ecocardiografia. Un'opportunità enorme sia per la diagnosi precoce che per l'approfondimento diagnostico in situazioni di emergenza.

Dottor Scattolin, che cos'è l'ecocardiografia?

È l’esame del cuore basato sull’impiego di ultrasuoni emessi da un cristallo detto trasduttore. Comunemente, questo viene appoggiato sul torace sopra il cuore (ECO-TT) oppure, in casi particolari, introdotto in esofago all'estremità di un gastroscopio per una visione più accurata (ECO-TE). L'ecocardiogra a permette di analizzare le strutture cardiache in movimento da varie proiezioni, misurando anche la velocità e il verso del  flusso sanguigno con codi ca a colori (CFM). Se necessario, può essere eseguito sotto sforzo o stress farmacologico (Eco-stress) o iniettando soluzioni adeguate (Ecocontrasto).

Quali informazioni aggiuntive fornisce rispetto all’ECG?

In associazione all'ECG, consente di analizzare la morfologia delle strutture cardiache (pareti, valvole, cavità), di studiarne il movimento e, attraverso la metodica Color- Doppler, di misurare i  flussi sanguigni, le differenze di pressione (gradienti) tra le cavità veri cando la presenza si ostacoli (stenosi), ed in ne di misurare la quantità di sangue che scorre (portata cardiaca). Ci consente di quanti care la funzione ventricolare, i restringimenti e/o le insufficienze valvolari e lo stato del muscolo cardiaco (miocardio) nelle varie fasi della malattia coronarica.

In quali casi si esegue, e che vantaggio fornisce nella de nizione della terapia?

I principali usi clinici riguardano la valutazione della gravità della valvulopatie, le anomalie delle cavità cardiache, le cardiopatie congenite, la diagnosi della coronaropatia, le cardiomiopatie, le masse cardiache, le malattie del pericardio e dell’aorta toracica. La ricaduta sulle decisioni terapeutiche è immediata sia di tipo farmacologico che cardiochirurgico e la bontà delle scelte può essere controllata nel tempo essendo la metodica non dolorosa per il paziente, e ripetibile senza problemi.

Per quali soggetti è indicata?

La metodica è applicabile a chiunque, a partire dalle prime ore di vita e anche nei soggetti non autosufficienti, in quanto la tecnologia utilizzata è adatta ed ef cace sia per usi pediatrici che negli adulti. Sia in caso di dolori toracici o aritmie, patologie congenite o familiarità per eventi cardiovascolari, ma anche in termini di prevenzione soprattutto oltre i 40 anni, questa indagine è particolarmente indicata in quanto non invasiva, poco costosa e piuttosto rapida, e in grado di fornire un esito accurato e completo.

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle utlime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna
Top