Loading...
Aumento del seno con protesi o senza protesi? Lipofilling e mastoplastica additiva a confronto

Aumento del seno con protesi o senza protesi? Lipofilling e mastoplastica additiva a confronto

Due interventi che servono ad aumentare il volume del seno. Capiamo le differenze e i risultati.

Ascolta l'audio dell'articolo Aumento del seno con protesi o senza protesi? Lipofilling e mastoplastica additiva a confronto
0:00:00

In caso di aplasia o ipoplasia, ovvero assenza o scarso sviluppo del seno, si può ricorrere a due diverse tipologie di intervento: il primo, più conosciuto, è l'intervento di mastoplastica additiva con l'ausilio di protesi mammarie. Il secondo è il lipofilling che utilizza tessuto adiposo autologo, cioè prelevato dalla paziente per aumentare il volume del seno.

 

 


Come orientarsi nella scelta?

È una scelta che deve fare la paziente. Ci possono essere molte ragioni per le quali, pur volendo aumentare il volume del seno, non si desidera inserire una protesi. In questo caso si valuteranno le condizioni generali e la possibilità di eseguire il lipofilling.

Accade anche spesso che le donne che si rivolgono al chirurgo plastico non conoscano questa tipologia di intervento e lo possano prendere in considerazione successivamente. Dal mio punto di vista è sempre importante valutare la persona, la sua struttura fisica in modo da operare una scelta armoniosa.
Si tratta di interventi, tutto sommato, abbastanza semplici, dipende comunque sempre dal punto di partenza: non possiamo sempre pensare che la chirurgia estetica sia una chirurgia di trasformazione in quanto è anche una chirurgia di correzione di un difetto e dunque migliorativa. 

1 Mettiamo a confronto la mastoplastica con protesi e il lipofilling: quali sono le peculiarità di questi due interventi?

Mastoplastica additiva con protesi: possono essere di diversi tipi e modelli, quelle più utilizzate sono realizzate in silicone; altre, in poliuretano. Le protesi in silicone di nuova generazione presentano una garanzia di più lunga durata, non più di soli dieci anni come in passato ma di tempi molto più lunghi.

Può essere posizionata sotto al muscolo, sopra il muscolo oppure nella posizione detta “dual plane” che è una sorta di via di mezzo, ossia nella parte più alta sta sotto il muscolo e nella parte inferiore sta al di fuori del muscolo e questo conferisce un aspetto più naturale; le protesi possono essere di forma rotonda oppure anatomica. 

Questo tipo di intervento dura circa un’ora, si esegue in anestesia locale con sedazione. Dal punto di vista chirurgico la paziente potrebbe tornare a casa subito ma personalmente consiglio la degenza in reparto una notte. Successivamente, già dopo la prima settimana, la paziente può tornare alle sue normali attività. Per una ventina di giorni, l’invito è a non eccedere troppo negli sforzi fisici come ad esempio nello sport: il post operatorio è sempre molto importante. Non è una passeggiata, è pur sempre un’operazione chirurgica e dunque un po’ di dolore dobbiamo metterlo in conto.

Per quanto riguarda invece il lipofilling, ovvero l’intervento di aumento del seno attraverso l’impianto di tessuto adiposo, viene prelevato del grasso dalla paziente a livello addominale o lombare e dopo un processo di filtraggio e trattamento specifici, questo viene iniettato al fine di dare volume e forma alla mammella.

Le condizioni per eseguire questo intervento sono due: che vi sia del grasso da poter prelevare e avere come obiettivo un aumento del seno non elevato. Anche questo intervento dura mediamente circa un’ora e avviene in anestesia locale con sedazione; chiaramente il grasso viene impiantato in sede sopra muscolare. 

2 Ci sono controindicazioni e quali esami sono richiesti?

Non ci sono particolari controindicazioni per nessuna delle due tecniche. Vengono sempre eseguiti una serie di esami preoperatori ematochimici, un’ecografia mammaria e talvolta una mammografia e l’elettrocardiogramma.
Se tutto è regolare allora si può procedere altrimenti è corretto attendere che i valori richiesti siano adeguati e l’operazione va riprogrammata. 

3 Quali possono essere i rischi e i vantaggi del lipofilling?

Per quanto riguarda il lipofilling si può dire che possiamo ottenere un bell'effetto senza utilizzare le protesi e questo in alcuni casi può essere gradito alla paziente; vero è che il grasso infiltrato, col passare del tempo, tende a diminuire e, dunque, il seno andrà a perdere in parte il volume lo stesso accade se la paziente subisce un forte dimagrimento. 

4 Si devono eseguire controlli successivi?

In entrambi i casi, sia dopo una mastoplastica additiva con protesi, sia dopo un lipoflling, vanno eseguiti controlli periodici successivi. Personalmente, consiglio un’ecografia di controllo ogni anno.
Teniamo presente che queste operazioni vengono eseguite anche in caso di ricostruzione mammaria dopo un intervento per tumore al seno. I controlli senologici dovrebbero essere una buona pratica per tutte le donne; tra queste, coloro che hanno subito un intervento sono più portate a controllarsi ma sarebbe bene tutte eseguissero lo screening senologico.

5 C’è interesse per questo tipo di interventi ricostruttivi da parte delle donne operate per un tumore al seno?

A differenza di un tempo sì, c’è un interesse crescente sia per la ricostruzione additiva sia per il lipofilling. Abbiamo notato un cambio di atteggiamento in questo senso da parte della donna colpita da tumore al seno e dunque già sottoposta a un intervento di asportazione.

Stiamo progettando una medicina estetica per le donne operate al seno per patologie oncologiche che offra un supporto e risposte concrete a quelle donne che, dopo aver affrontato e superato la patologia, desiderano ripristinare un’armonia del corpo. In passato c’era più timore, ma oggi si vede che si può affrontare la ricostruzione con serenità d’animo. 

6 Quale consiglio dare alle donne che pensano di voler operarsi per aumentare il volume del seno ma non sanno da che parte cominciare?

Solitamente le donne si avvicinano a questi interventi parlandone con le amiche e svolgendo ricerche nel web. Il mio consiglio, per orientarsi e risolvere tutti i dubbi che possono presentarsi, è di sottoporsi a un primo consulto con uno specialista, un chirurgo plastico che può rispondere a tutte le domande. Quel che dico alle mie pazienti è che devono arrivare al giorno dell’intervento ben consapevoli e sicure della scelta compiuta. Soprattutto, di eseguire questo intervento per loro stesse, per sentirsi meglio e in armonia con il proprio corpo. 

Leggi altri articoli con gli stessi TAG
dott. Doriano Ottavianmastoplasticalipofilling
Dott. Doriano Ottavian Dott. Doriano Ottavian
Dott.

Doriano Ottavian

Hai bisogno di un consulto medico in Chirurgia Plastica?

Verifica la disponibilità di una visita medica, in video o in un centro medico a te vicino, con uno dei nostri specialisti selezionati

Verifica disponibilità

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna

Iscriviti alla newsletter

Scarica l'ultimo numero della rivista Medicina Moderna e rimani sempre aggiornato sui webinar e tutte le iniziative in tema di salute

Top