Loading...
Correggere la presbiopia: la tecnica Presbylasik

Correggere la presbiopia: la tecnica Presbylasik

Con la chirurgia refrattiva è possibile correggere anche la presbiopia. Ce ne parla il Dott. Piero Della Giustina, oculista.

Dott. Piero Della Giustina
Ascolta l'audio dell'articolo Correggere la presbiopia: la tecnica Presbylasik
0:00:00

La presbiopia è un difetto visivo che si presenta in tutte le persone ad iniziare dai 40-45 anni circa, essa è causata da una perdita di elasticità del cristallino e dai muscoli ciliari ad esso associati che sono responsabili della nostra messa a fuoco. 

Il rallentamento di questo sistema causa una difficoltà sempre maggiore di messa a fuoco per vicino costringendo la persona a dover utilizzare lenti per la lettura o per lavorare al PC.

In passato i difetti correggibili erano solamente miopia, ipermetropia e astigmatismo che prevalentemente causano una difficoltà di messa a fuoco per lontano.
Oggi, invece, sono state sviluppate tecnologie che aiutano la persona presbite nella messa a fuoco per vicino oltre che per lontano.

1 Cos’è la Presbylasik?

Le più moderne strumentazioni laser associano alla Femtolasik la possibilità di trattare anche la presbiopia come, per esempio, la tecnica Presbylasik. Questa metodologia crea una multifocalità che permette una buona visione sia per lontano che per vicino senza l’utilizzo di occhiali.

2 Chi può sottoporsi a questa tecnica?

Ovviamente il paziente deve aver sviluppato un certo grado di presbiopia, quindi, è una tecnica riservata a persone che hanno superato la soglia dei 45 anni.
Come nelle altre tecniche di chirurgia refrattiva anche nella Presbylasik bisogna ottenere l’idoneità chirurgica valutata durante la visita medica pre-operatoria che prevede l’analisi anatomica di diverse strutture del nostro occhio insieme a quella clinica.

Infatti è molto importante valutare i difetti già presenti nel paziente oltre a quello della presbiopia (possibili miopie, astigmatismi ed ipermetropie) e l’attività quotidiana e lavorativa della persona.

3 La correzione contemporanea dei difetti refrattivi

Nello stesso intervento con la tecnica Femtolasik si possono correggere i principali difetti refrattivi come miopia, presbiopia e astigmatismo.

Per questo è importante una valutazione dettagliata pre-operatoria. Il fine dell’intervento è quello di rimuovere sia i difetti che causano una visione offuscata per lontano sia quelli da vicino (cioè la presbiopia), con lo stesso intervento, in modo da liberare completamente il paziente dall’utilizzo degli occhiali.

4 L ’intervento e il recupero visivo

La Presbylasik è una variante della più conosciuta Femtolasik e ne mantiene tutte le peculiarità per cui, a differenza del passato, gli interventi con laser moderni non provocano alcuna sensazione dolorosa al paziente.
Viene eseguito senza la necessità di ricovero e in anestesia topica, cioè solamente con gocce di anestetico, senza la necessità di punture o utilizzo di qualsivoglia bisturi o punti di sutura. 

L’ intervento è estremamente breve, nell’arco di qualche minuto il paziente uscirà dalla sala operatoria. Occorre solo un po’ di collaborazione nel seguire le indicazioni del chirurgo e di attenzione nel postoperatorio per eseguire la terapia prescritta. 

Nelle ore successive all’ intervento è normale sentire un po’ di bruciore o lacrimazione.

5 Si può tornare a lavorare subito dopo l’intervento?

Già dal giorno stesso i pazienti notano un netto miglioramento. Per la maggior parte dei lavori (es. lavoro in ufficio) già dal giorno seguente si riesce ad essere operativi; è possibile avere nei primi 2-3 giorni qualche sintomo come bruciore, lacrimazione e fotofobia, ma con la terapia post-operatoria adeguata alla persona questi si risolveranno molto velocemente.

6 È un intervento pericoloso?

Nessun intervento chirurgico è scevro da complicanze però, a differenza della maggior parte degli interventi, la chirurgia refrattiva laser non si esegue all’interno del bulbo oculare ma bensì tratta la parte più esterna della cornea e rimanendo così “in superficie” si evitano molte, seppur rare, complicanze presenti negli altri interventi. 

Questo determina un abbassamento drastico nell'incidenza di complicanze e un recupero funzionale molto veloce, proprio perché il trattamento è breve e interessa solo la parte esterna dell’occhio.

Leggi altri articoli con gli stessi TAG
Dott. Piero Della Giustinapresbiopia

Visita in studio o videoconsulto

Hai bisogno di un consulto medico in Chirurgia refrattiva

Verifica la disponibilità di una visita medica, in video o in un centro medico a te vicino, con uno dei nostri specialisti selezionati
Trova specialisti

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna

Iscriviti alla newsletter

Scarica l'ultimo numero della rivista Medicina Moderna e rimani sempre aggiornato sui webinar e tutte le iniziative in tema di salute

Top