Loading...
Tecnica SMILE: la correzione dei difetti della vista nello sportivo

Tecnica SMILE: la correzione dei difetti della vista nello sportivo

I grandi passi avanti nella chirurgia refrattiva permettono di scegliere la tecnica che più si adatta allo stile di vita e alle necessità del paziente.

Ascolta l'audio dell'articolo Tecnica SMILE: la correzione dei difetti della vista nello sportivo
0:00:00

Verso la fine dello scorso millennio, l’applicazione della strumentazione laser per la correzione dei difetti refrattivi ha aperto nuovi orizzonti. Il laser ad eccimeri, con la metodica PRK, ha permesso a molti pazienti miopi, e poi anche astigmatici, di raggiungere l’autonomia dagli occhiali.

Mi capita non raramente di visitare pazienti che ho operato 20 anni fa, mi riferiscono che da allora la loro vita è cambiata, ma nessuno di loro ha dimenticato l’intenso dolore postoperatorio nei giorni successivi e il lento recupero: spesso trascorreva qualche settimana tra gli interventi dei due occhi (veniva infatti applicato un bendaggio per diversi giorni).

1 Cos’ è cambiato con la tecnica LASIK?

Negli anni duemila la tecnica LASIK, con il sollevamento di un lembo corneale, ha permesso di risparmiare il tessuto epiteliale superficiale; le prime applicazioni venivano però effettuate con un carrellino meccanico, che non raramente era fonte di problemi tecnici d’esecuzione.

L’avvento del femtolaser ha reso possibile la realizzazione del flap corneale in maniera assolutamente più precisa e personalizzata alle esigenze del singolo caso clinico. Grazie a questa tecnica operatoria e al progressivo affinamento del laser ad eccimeri è oggi possibile correggere tutti i principali difetti refrattivi: non solo miopia ed astigmatismo, ma anche l’ipermetropia e, in pazienti particolarmente selezionati, anche la presbiopia.

2 Cos’è la tecnica SMILE?

Lo sviluppo del femtolaser ha permesso di personalizzare i piani di taglio secondo le esigenze (per esempio anche in caso di trapianti corneali).
Utilizzando questo principio, si è sviluppata una moderna tecnica chirurgica denominata SMILE (acronimo di Small Incision Lenticule Extraction).

Questa tecnica rappresenta la nuova frontiera della chirurgia refrattiva: il laser disegna all’interno dello spessore corneale un lenticolo (che viene poi asportato dal chirurgo) in modo da far focalizzare correttamente il raggi luminosi sulla retina.
Il passaggio di entrata per il chirurgo avviene attraverso una piccola apertura periferica di soli 2-3 mm che assomiglia ad un sorriso (SMILE!), a differenza della tecnica LASIK dove il lembo viene sollevato con un’apertura circolare di circa 20mm.

3 Perché è particolarmente adatta agli sportivi?

In molte discipline sportive gli atleti presentano una statura superiore alla media; questa condizione si associa non raramente all’aumento della lunghezza assiale del bulbo oculare, con conseguente miopizzazione. Tale difetto visivo è frequentemente elevato.

Spesso gli atleti sono esposti a contatti anche violenti e imprevisti, o talvolta svolgono attività in ambienti polverosi e ventosi.
Spesso richiedono una ripresa veloce dell’attività sportiva stessa. Per tutti questi motivi, la metodica SMILE può rappresentare una soluzione efficace e sicura, garantendo nello stesso tempo tempi di recupero veloci anche in condizioni “difficili”.

4 Quanti gradi può correggere la tecnica SMILE?

La metodica SMILE corregge miopie fino a 10 diottrie e astigmatismi fino a 5 diottrie: viene realizzata con un unico passaggio laser, è di rapida esecuzione, è indolore e garantisce tempi di recupero molto ridotti; richiede comunque un addestramento specifico dell’operatore.

Non va a sostituire la più versatile LASIK, con cui è possibile correggere tutti i tipi di difetto, ma costituisce sicuramente una soluzione più efficace nei casi sopracitati.

È dunque consigliabile affidarsi ad un chirurgo in grado di scegliere e praticare la tecnica più adatta alle esigenze del caso clinico.
Oltre alla tecnologia laser ad eccimeri di ultima generazione, con cui è possibile correggere anche la presbiopia, è oggi disponibile presso il Centro di Medicina di Padova anche la piattaforma laser Visumax Zeiss (detentrice del brevetto) per eseguire trattamenti con tecnica SMILE.

Leggi altri articoli con gli stessi TAG
dott. roberto marsiliodifetti visivimiopia
Dott. Roberto Marsilio Dott. Roberto Marsilio
Dott.

Roberto Marsilio

Hai bisogno di un consulto medico in Oculistica?

Verifica la disponibilità di una visita medica, in video o in un centro medico a te vicino, con uno dei nostri specialisti selezionati

Verifica disponibilità

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna

Iscriviti alla newsletter

Scarica l'ultimo numero della rivista Medicina Moderna e rimani sempre aggiornato sui webinar e tutte le iniziative in tema di salute

Top