MedicinaModerna | Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione
Ginecologia-ostetricia e urologia   Salute e benessere  

Quelle strane perdite di sangue irregolari durante l’età fertile ed il post-menopausa

Dott. Vincenzo Tinelli - Ginecologo a Verona
Dott. Vincenzo TINELLI
 23 Aprile 2020

Quelle strane perdite di sangue irregolari durante l’età fertile ed il post-menopausa - Dott. Vincenzo Tinelli

Questi episodi possono creare ansia e preoccupazione nelle donne che ne soffrono

La perdita ematica irregolare (abnormal uterine bleeding, acronimo AUB) è una condizione comune acuta o cronica che colpisce le donne durante la vita riproduttiva, fino alla menopausa ed in età senile. Più del 50% delle donne dichiara di aver avuto episodi di perdite nel corso della loro vita, ed il rischio è circa tre volte maggiore in donne con più di 45 anni rispetto a quelle di 25 anni.

Dottore, come si arriva alla diagnosi dell’AUB?
In primis, occorre uno studio approfondito della storia personale della donna prima della visita ginecologica: storia mestruale, possibile alterazione della qualità e dello stile di vita (come fumo e alcool), tipologia di occupazione (lavori notturni o stressanti), variazioni di peso, dolore durante la mestruazione, presenza di dolore pelvico prolungato, stipsi e frequenza urinaria, storia familiare (eventi tromboembolici venosi e disordini ematologici familiari), Pap test eseguiti regolarmente o meno. E qui entra in causa, oltre alla competenza del ginecologo, anche la sua umanità e la sua capacità comunicativa: ascoltando con attenzione ed empatia, guardando negli occhi la persona che si ha davanti il medico dà fiducia, il che aiuta a lottare tutti insieme al mille per cento anche contro malattie terribili.

Quali possono essere le cause?
Può essere legata all’alterato funzionamento del sistema di regolazione centrale dell’asse ipotalamo-ipofisi-ovaio (ovaio policistico, ipotiroidismo, iperprolattinemia, obesità, perdita rapida di peso o esercizio fisico molto elevato), variazione del rapporto estroprogestinico (ormoni prodotti dall’ovaio durante il ciclo mestruale), anomalie del sistema emostatico, alterazioni organiche ginecologiche (polipi endometriali e cervicali, iperplasie endometriali, adenomiosi, miomi, tumori maligni), malattie sistemiche come l’ipotiroidismo o l’ipertiroidismo, cause iatrogene come la somministrazione di terapia anticoagulante, antitumorali, spirale intrauterina, uso inappropriato di ormoni estroprogestinici o farmaci che impattano sul metabolismo della dopamina e l’uso del tamoxifene in donne che hanno avuto il cancro al seno.


Come avviene la sua diagnosi?
Se il medico ginecologo ricostruisce una storia ben strutturata con indagine accurata dei sintomi, può indicare piuttosto rapidamente la causa di sanguinamento uterino anomalo.

Quali sono gli esami da eseguire?
L’emocromo con studio del profilo del ferro (sideremia e ferritina), l’ecografia transvaginale ed il test di gravidanza, sempre dovuto in donne in età fertile.
La condotta clinico-terapeutica è complessa in quanto possono intervenire cause multiple. In prima istanza la condotta include un trattamento conservativo con un periodo di osservazione, di tipo farmacologico, per lo più su cause endocrinologiche sopraelencate o un trattamento chirurgico (uso di isteroscopia diagnostica e/o terapeutica, laparoscopia diagnostica e terapeutica).

Quando è necessario l’intervento chirurgico?
È previsto sempre nel postmenopausa: è capace di individuare la causa del sintomo AUB fornendo materiale istologico per la diagnosi. Inoltre dà la possibilità di valutare il tipo di iperplasia endometriale, di polipo cervicale ed endometriale, il fibroma ma soprattutto dà informazioni corrette per escludere o diagnosticare un tumore maligno dell’utero.
 

Il ginecologo può individuare la causa di sanguinamento uterino anomalo grazie alla ricostruzione accurata della storia della paziente

Social
Dott. Vincenzo Tinelli - Ginecologo a Verona
Hai bisogno di un consulto in
Ginecologia - Ostetricia
?
Contattami, è semplice e veloce!
    Dott. Vincenzo TINELLI    
Altro dal blog
La diminuita produzione di estrogeni favorisce irritabilità, ansia, tendenza al pianto, insonnia, vampate di calore, palpitazioni, sbalzi di pressione e vertigini
La fine del ciclo mestruale comporta una serie di cambiamenti fisici e psichici
Avvicinandosi alla menopausa è fondamentale porre attenzione alla propria alimentazione per prevenire o minimizzare alcuni disturbi che possono insorgere.
Quando bisogna davvero prendersi cura di sé.
L'individuazione di malformazioni uterine è solo uno degli impieghi possibili dell'ecografia 3D/4D
Vedere le prime immagini del tuo bimbo in tre dimensioni, e addirittura in movimento, è possibile grazie alle tecnologie ecografiche più recenti.
 
Video correlati
 Consulto  Abbonati  Distribuzione  Newsletter
Ultima uscita
Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai gratuitamente una copia del numero più recente di Medicina Moderna
Io sottoscritto/a dopo avere ricevuto le informazioni di cui all'art. 13.1 e 14.1 del GDPR e in base all'art.7 del medesimo regolamento, nonché in conformità alla normativa vigente:
al trattamento dei Dati per finalità di Marketing diretto di cui all’art. 2 lett. b.i) dell’Informativa, per invio di comunicazioni commerciali e promozionali tramite modalità automatizzate di contatto ( per es. posta elettronica, whatsapp, mms, sms).
Sei già registrato? Inserisci la tua email per conferma
Scarica qui
MEDICINA MODERNA N° 37 | INVERNO 2020
  Tutte le riviste
I nostri partner
Medicina Moderna
Medicina Moderna
 
MEDICINA MODERNA
Periodico on-line di medicina, informazione, salute e prevenzione iscritto al n. 142 del Registro stampa del Tribunale di Treviso del 10/05/2010
Direttore responsabile Marco Toffolatti De Marchi | Edito da Pubblivision S.r.l. Cison di Valmarino (TV)
C.F. Registro delle imprese e P.I. 04051870261
Capitale Sociale € 12.500,00 i.v.
Tel. 0422 697958 | Fax 0422 313994
redazione@medicinamoderna.tv
I contenuti di questo sito e le informazioni o consulenze rilasciate mediante utilizzo dei servizi dedicati hanno scopo meramente divulgativo e non si sostituiscono diagnosi o visite mediche. Medicina Moderna declina ogni responsabilità in relazione alla correttezza ed esaustività di tali contenuti, informazioni, consulenze e risposte degli specialisti, ed invita i lettori ed utenti del sito a chiedere sempre il parere del proprio medico