Loading...
SMILE (Small Incision Lenticule Extraction): Tecnologia Femtolaser avanzata per una migliore correzione della miopia ed astigmatismo

SMILE (Small Incision Lenticule Extraction): Tecnologia Femtolaser avanzata per una migliore correzione della miopia ed astigmatismo

La tecnica SMILE è un intervento correttivo sicuro e definitivo, che modifica irreversibilmente la curvatura e lo spessore corneale.

Dott. Daniele Cannavò

La procedura chirurgica correttiva della miopia ed astigmatismo più avanzata è sicuramente oggi la ReLEx SMILE. Il femtolaser VisuMax ZEISS, 3° generazione dei laser, ha introdotto un cambio di procedura nella chirurgia refrattiva: la correzione laser della visione minimamente invasiva con la prima ed unica tecnica per eseguire una piccola incisione, definita SMILE, attraverso cui viene estratto il lenticolo.
La tecnologia Visumax è sinonimo di alta precisione e qualità, diretta derivazione dall’esperienza ZEISS, volta ad una più alta soddisfazione del paziente sia dal punto di vista della prestazione che della sicurezza.


Dottor Cannavò, in cosa consiste il trattamento refrattivo SMILE?

ReLEx SMILE è una tecnica innovativa realizzata attraverso il femtolaser VisuMax ZEISS: un lenticolo refrattivo viene creato nel contesto della cornea che rimane intatta, e rimosso attraverso una piccola incisione di 2 – 4 mm, senza ablazione: il trattamento non prevede la creazione dello sportello flap, consentendo un taglio laterale più piccolo dell’80% rispetto al flap eseguito come nella Lasik, è totalmente femto e viene effettuato in un’unica fase; inoltre il taglio del cappuccio è più piccolo del 30%. La sinergia tra l'innovativa tecnologia a femtosecondi e la precisa estrazione del lenticolo garantisce la correzione della visione con rapidità e precisione, ed è minimamente invasiva


Come avviene l'intervento, in che tempi e con che decorso?

La frequenza dell’impulso laser di 500 kHz di VisuMax consente tempi di taglio ridotti. L’intervento viene eseguito in sala operatoria in regime di chirurgia ambulatoriale in anestesia topica. Dopo l’instillazione del collirio anestetico, la durata del trattamento è di circa 10 minuti ed indolore; il tempo di recupero è rapido entro le prime 24 ore. Il tempo di contatto tra il laser e la cornea è di un minuto, momento in cui il laser esegue con estrema precisione il taglio superiore ed inferiore del lenticolo (Cap). L’estrazione del lenticolo successivamente avviene attraverso una piccolissima incisione corneale. Il paziente non ha alcun disturbo; infatti non provoca secchezza oculare. Possono essere trattati anche pazienti affetti da Dry-eye.



Esistono dei casi in cui non è possibile applicare il trattamento laser SMILE nella correzione dei difetti visivi?

Il range di idoneità di ReLEx SMILE per il trattamento della miopia e dell’astigmatismo è: sfera da -0.50 a -10.00 D, cilindro da 0 - 5.00 D, equivalente sferico da -0.50 a -12.50 D. Quindi i vizi refrattivi con poteri elevati, cioè le miopie oltre le 10 diottrie, le ipermetropie o gli astigmatismi oltre le 5 diottrie, non possono essere trattate con questa tecnica. Inoltre non possono essere sottoposti a questa procedura coloro che soffrono di cheratocono; mentre l’assottigliamento idiopatico, ridotto spessore della cornea, rappresenta una controindicazione al trattamento; per tutti gli altri casi, poteri lievi-medi, in pazienti dopo i 22 anni, ove esistono le condizioni, può essere applicato con sicurezza. 

Questi pazienti possono rassicurarsi a correggere definitivamente il proprio difetto visivo?

La procedura SMILE consente una affidabile chiarezza visiva.  Il trattamento con il laser è un intervento correttivo sicuro e definitivo, che modifica irreversibilmente la curvatura e lo spessore corneale. Ad oggi oltre 1 milione di pazienti di tutto il mondo sono stati sottoposti a questa procedura; tra l’altro è la tecnica scelta da molti campioni dello sport.

 

Qual è la percentuale di successo? Il paziente potrà davvero liberarsi dai suoi occhiali?

Il 100% dei pazienti riporta una acutezza visiva pari a quella con la correzione ottica, ed il 100% dei pazienti vedono meglio rispetto a quando indossavano lenti a contatto od occhiali. Il paziente può effettivamente liberarsi dai suoi occhiali.

Leggi altri articoli con gli stessi TAG
difetti visividott. daniele cannavò

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle utlime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna
Top