Loading...
Guarire dal reflusso gastroesofageo

Guarire dal reflusso gastroesofageo

Una valutazione specialistica può indicare la natura del disturbo e la periodicità con cui assumere i farmaci, per ridurre la quantità di acido prodotta dallo stomaco.

Dott. Renato Follador

Il reflusso gastrico consiste nella risalita dei succhi gastrici dallo stomaco all'esofago provocandone l'infiammazione, motivo per cui viene comunemente chiamato anche reflusso esofageo o reflusso gastroesofageo. I sintomi più comuni sono bruciore, soprattutto dietro allo sterno, e rigurgito acido ma includono anche disturbi atipici come nodo alla gola, difficoltà digestive e di respirazione, dolore toracico, otite, insonnia.
 

La cura per il reflusso gastroesofageo

Come si guarisce dal reflusso gastrico? La soluzione migliore è quella di abbassare la quantità di acido prodotto dallo stomaco, grazie all'impiego di alcuni farmaci. Questo meccanismo permette di guarire le ulcere e di controllare la sintomatologia della malattia da reflusso: non si riduce la quantità di reflusso ma i succhi che passano nell'esofago diventano meno acidi e provocano di conseguenza meno danni. Parallelamente, si possono prescrivere degli antiacidi che agiscono al contatto senza essere assorbiti e quindi senza impegno dell'organismo, con l'unica controindicazione che hanno un effetto molto breve.

Un altro farmaco molto utilizzato per questi disturbi sono i procinetici, che favoriscono lo svuotamento gastrico riducendo così la quantità di reflussi.
 

Durata della terapia contro il reflusso

Le terapie durano in genere 4 o 8 settimane, dopodiché in genere la sintomatologia potrebbe ripresentarsi. Poiché la natura del disturbo varia da persona a persona, sono corretti gli approcci che prevedono la copertura della sintomatologia con il farmaco a seconda della singola esigenza: alcuni soggetti assumono farmaci durante tutto l'anno, altri a cicli stagionali nei cambi di stagione, altri ancora saltuariamente, all'occorrenza. È certamente sempre indispensabile sottoporsi a una visita specialistica per individuare le cause del problema escludendo altre possibilità, e definire un approccio terapeutico adeguato al singolo caso.
 

Leggi altri articoli con gli stessi TAG
reflusso gastricodott. renato follador

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna

Iscriviti alla newsletter

Scarica l'ultimo numero della rivista Medicina Moderna e rimani sempre aggiornato sui webinar e tutte le iniziative in tema di salute

Top