Loading...
Artrosi alle mani, dalla prevenzione e dalla riabilitazione

Artrosi alle mani, dalla prevenzione e dalla riabilitazione

La soluzione di un problema doloroso e invalidante

Artrosi, il termine per definire il consumo delle cartilagini, cioè di quei sottili e preziosi cuscinetti che rivestono le articolazioni del nostro corpo.
Consumo dovuto all’usura, al tempo e che vede sicuramente una forte predisposizione personale combinata all’entità dell’utilizzo che facciamo delle nostre mani.

Quando colpisce le mani l’artrosi è causa non solo di dolore, ma anche di una vera e propria difficoltà nell’utilizzare questi preziosi strumenti che ci consentono di interagire con il mondo. Artrosi alle mani, nelle forme più gravi, vuol dire invalidità ed impossibilità nel compiere anche gesti elementari come vestirsi.

La chirurgia offre sicuramente strumenti e tecniche efficaci, ed oggi sempre meno invasive, per risolvere il dolore legato a questo consumo.
Tuttavia sono la prevenzione ed i trattamenti riabilitativi che rappresentano ancora oggi gli strumenti più efficaci. Prevenzione al primo posto dunque: spesso utilizziamo le mani in maniera impropria, non ce ne prendiamo cura per gran parte delle nostre vite e consumiamo precocemente ed inutilmente le nostre preziose articolazioni.

Esiste una branca della riabilitazione, chiamata terapia occupazionale, che si occupa proprio di individuare e correggere quegli atteggiamenti sbagliati e purtroppo diffusi, che spesso sono causa di artrosi precoce. Ma oltre alla terapia occupazionale anche i tutori rivestono un ruolo decisivo: posizionare le articolazioni in posizioni di riposo durante le ore notturne è di grande aiuto per ridurre i sintomi del consumo e migliorare l’utilizzo delle mani durante il giorno: come custodire la propria autovettura in garage la preserva allo stesso modo i tutori di scarico notturni sono molto importanti.

E poi vi sono le terapie fisiche, onde d’urto in primis, che mirano ad aumentare la vascolarizzazione dei distretti artrosici migliorando la situazione delle cartilagini.
Solo all’ultimo posto la chirurgia. Il compito del chirurgo è quello di risolvere il problema del dolore: in alcuni casi gli interventi prevedono l’impiego di protesi che consentono anche di mantenere il movimento come nell’artroplastica del pollice, intervento veloce e sicuro per abolire il dolore della rizoartrosi senza compromettere il movimento del pollice.

Leggi altri articoli con gli stessi TAG
artrosiChirurgiaManodott. paolo cortese
Dr. Paolo Cortese Dr. Paolo Cortese
Dr.

Paolo Cortese

Hai bisogno di un consulto medico in Chirurgia della mano?

Ottieni una visita medica dove e quando vuoi, in video o in un centro medico a te vicino

Richiedi visita

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle utlime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna
Top