Loading...
Fibromialgia: come riconoscerla e curarla

Fibromialgia: come riconoscerla e curarla

Dolore diffuso, stanchezza, sonno non ristoratore, depressione, ansia, difficoltà di concentrazione ed altri sintomi possono essere causati da questa patologia.

La Fibromialgia, descritta per la prima volta a metà dell'800, solo nel 1976 ha avuto una prima precisa definizione. È una malattia piuttosto inafferrabile, in quanto non esistono test di laboratorio o radiologici in grado di individuarla.
 

Quali sono i sintomi della sindrome fibromialgica?

I sintomi più comuni della fibromialgia sono essenzialmente il dolore diffuso, la stanchezza, il sonno non ristoratore, la depressione e l'ansia, la difficoltà di concentrazione, la rigidità mattutina generalizzata, e diversi altri sintomi che non trovano una oggettivazione in alcun test diagnostico.
 

Come si fa quindi a riconoscere la fibromialgia?

È la storia del Paziente, generalmente di sesso femminile (rapporto M:F = 1:10), la descrizione dei caratteri del dolore (diffuso, capriccioso, legato spesso ai cambiamenti del tempo meteorologico) e degli altri sintomi che permettono al medico di orientare la diagnosi in modo corretto. Sarà compito del Reumatologo escludere altre patologie che possono presentare sintomi analoghi.


E per la diagnosi?

Nel 1990 l'American College of Rheumatology ha introdotto dei criteri classificativi utilizzati anche oggi per la diagnosi. Oltre al dolore diffuso, caratteristica è la presenza dei cosiddetti "tender points", cioè 18 punti sparsi sulla superficie corporea che sottoposti ad una modesta digitopressione evocano un vivace dolore. Quando almeno 11 di essi provocano dolore, la diagnosi diventa molto probabile.


Quali sono le cause scatenanti?

Non conosciamo ancora con certezza i meccanismi patogenetici che sono alla base della malattia, ma esistono prove convincenti riguardo ad un coinvolgimento delle aree cerebrali coinvolte con il controllo del dolore.

Qual è la terapia da seguire?

Il capitolo della terapia è ancora in buona parte da scrivere: poche certezze e molti dubbi la caratterizzano. Se tutti gli esperti ritengono di notevole utilità l'attività fisica aerobica a secco o in acqua (passeggiate, bicicletta, nuoto), molti propendono anche per un approccio psicologico cognitivo/comportamentale, oppure per l’agopuntura ed una congrua nutrizione con correzione del sovrappeso. Molto spesso vengono utilizzati farmaci. Anche in questo caso non vi è concordanza assoluta di vedute tra gli esperti e le varie Linee Guida (Europee, Americane, Canadesi), divergendo a volte nel giudizio di efficacia dei singoli farmaci.
 

Da un punto di vista farmacologico, quali sono le medicine solitamente prescritte?

Generalmente trovano impiego alcuni antidepressivi (es. amitriptilina, duloxetina, fluoxetina), antiepilettici/antinevralgici (es. pregabalin), miorilassanti (ciclobenzaprina). Il paracetamolo associato o meno ad un analgesico (codeina o tramadolo) può essere utile per lenire temporaneamente il dolore. Per quanto attiene ai cannabinoidi, non esistono ancora studi di efficacia definitivi.
 

Ci sono alternative alla terapia farmacologia?

Esistono moltissime altre proposte terapeutiche, però di dubbia utilità. Un certo interesse sta suscitando l'ossigenoterapia iperbarica, che è ancora in fase di studio.
 

Qual è quindi la terapia migliore per la fibromialgia?

La terapia ideale dovrebbe togliere il dolore e la stanchezza, permettere sonni riposanti e stabilizzare l’umore, spesso alterato in queste persone, che soffrono molto più di quanto i "sani" possano pensare.

Leggi altri articoli con gli stessi TAG
fibromialgiareumatologiadott. giovanni mazzanti
Dott. Giovanni Mazzanti Dott. Giovanni Mazzanti
Dott.

Giovanni Mazzanti

Hai bisogno di un consulto medico in Reumatologia?

Ottieni una visita medica dove e quando vuoi, in video o in un centro medico a te vicino

Richiedi visita

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna

Iscriviti alla newsletter

Scarica l'ultimo numero della rivista Medicina Moderna e rimani sempre aggiornato sui webinar e tutte le iniziative in tema di salute

Top