Loading...
Come guarire i tessuti? Con infiltrazioni di cellule mesenchimali staminali da tessuto adiposo

Come guarire i tessuti? Con infiltrazioni di cellule mesenchimali staminali da tessuto adiposo

Il grasso, ricco di cellule mesenchimali, è un utile alleato per la spontanea guarigione dei tessuti e la rigenerazione di cartilagine ialina.

L’artrosi e le patologie muscolo-tendinee sono tra le più importanti cause di dolore e disabilità nell’uomo. I tessuti colpiti da queste patologie hanno limitate capacità di autoguarigione e per questo rappresentano da sempre una sfida per chirurghi ortopedici e fisiatri. La medicina rigenerativa rappresenta la chiave per risolvere, a livello biologico, le cause della degenerazione dei tessuti.
 

Perché si parla di tessuto adiposo in medicina rigenerativa?

Perché il tessuto adiposo è ricco di cellule mesenchimali staminali in grado di promuovere la spontanea guarigione dei tessuti e rigenerare cartilagine ialina. Si tratta di cellule non specializzate progenitrici delle cellule che costituiscono tutti i tessuti del corpo umano (muscoli, sangue, nervi, tendini, cartilagine, osso, etc.). Le principali fonti sono il tessuto adiposo, il sangue periferico, il cordone ombelicale e il midollo osseo. L’adipe, però, presenta una maggiore facilità d'accesso, minor dolore nel prelievo e invasività, la più alta concentrazione di cellule mesenchimali staminali e il più alto potenziale rigenerativo.

Quando è consigliato il trattamento?

È indicato nel caso di lesioni cartilaginee post traumatiche e degenerative, artrosi, lesioni tendinee e lesioni muscolari.
 

Quale tecnica viene utilizzata?

Si sfrutta l’azione rigenerativa del tessuto adiposo, attraverso un processo di filtrazione e purificazione.
 

Quanto dura l’intervento?

L’intero intervento dura complessivamente dai 20 ai 30 minuti, ed è molto efficace nel combattere il dolore.
 

Come avviene la procedura?

La procedura può essere svolta in un ambulatorio chirurgico o sala operatoria, e richiede solamente un’anestesia locale nella zona del prelievo adiposo.

Sono previste tre fasi:

  • lipoaspirazione, attraverso la quale il chirurgo pratica delle piccole incisioni nella zona addominale per aspirare il tessuto adiposo necessario;
  • processazione, che prevede il trattamento del grasso aspirato. Si procede quindi all’eliminazione dei residui oleosi ed ematici, minimizzando qualsiasi azione traumatica a carico delle cellule mesenchimali staminali presenti;
  • infiltrazione, grazie alla quale il tessuto adiposo ricco di cellule mesenchimali staminali viene inoculato nell’articolazione da trattare.

     

L’autorigenerazione dei tessuti è possibile grazie al proprio adipe addominale.

 

Dott. Marco Capuzzo Dott. Marco Capuzzo
Dott.

Marco Capuzzo

Hai bisogno di un consulto medico in Ortopedia?

Ottieni una visita medica dove e quando vuoi, in video o in un centro medico a te vicino

Richiedi visita

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle utlime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna
Top