Loading...
La stipsi: l'idrocolonterapia ti libera

La stipsi: l'idrocolonterapia ti libera

Favorire il benessere dell’intestino eliminando il gonfiore: questi i principal’ benefici dell’idrocolonterapia nel trattamento della stipsi ostinata
Dott.ssa Laura Frison

La stipsi è un disturbo che colpisce moltissime persone portandole, con l'andar del tempo, ad un uso sempre più importante di lassativi. Con il trattamento del'idrocolonterapia è possibile eseguire una pulizia del colon e stimolare la ripresa di una regolare peristalsi.

Perché è consigliabile sottoporsi all'idrocolonterapia in caso di stipsi ostinata?

In caso di stipsi ostinata, l’idrocolonterapia può riattivare progressivamente la ripresa di una regolarità intestinale andando a correggere la disbiosi, ossia l’alterazione della flora batterica, e permettendo,
in certi casi, di eliminare la necessità di assunzione quotidiana di lassativi. E’ importante evidenziare che questo trattamento può essere effettuato anche nei pazienti già sottoposti ad interventi chirurgici per stipsi.

In quali altre condizioni può essere utile l’idrocolonterapia?

Può esser utile in tutte quelle condizioni in cui si ha un’alterazione della flora batterica intestinale, causata da errati stili di vita e/o terapie antibiotiche, e che a volte si complicano con infezioni urinarie, anche recidivanti. Si osservano benefici anche nei pazienti portatori di diverticolosi colica e malattie intestinali infiammatorie in remissione clinica.

Quali sono gli obiettivi del trattamento?

Gli obiettivi principali sono: il lavaggio del colon, possibilmente fino al cieco con evacuazione del materiale fecale e dei gas intestinali presenti; la stimolazione dei normali movimenti intestinali; il riequilibrio della flora batterica intestinale.

Quali sono gli ulteriori benefici dell’idrocolonterapia?

L’idrocolonterapia è un trattamento che ha dimostrato negli ultimi anni ampie possibilità applicative favorendo il benessere psico-fisico. Trova utilità nel trattamento e nella prevenzione del meteorismo intestinale, così come nella preparazione intestinale per indagini endoscopiche. Quindi, l’esecuzione dell’idrocolonterapia può essere utile sia all’interno di una strategia salutista per il buon mantenimento delle capacità depurative intestinali, e in questo caso può essere applicata a tutta la popolazione che non presenti controindicazioni specifiche, sia nelle patologie funzionali del colon con precise finalità terapeutiche.

Quanto dura una seduta di idrocolonterapia?

Una seduta dura circa mezz’ora e la quantità di acqua utilizzata dipende dalla risposta del colon stesso.

E’ una terapia ben tollerata da parte dei pazienti, non è dolorosa e non presenta effetti collaterali né di breve, né di lungo periodo. Può essere effettuata a qualsiasi ora del giorno e non richiede una particolare preparazione da parte del paziente, nemmeno di digiuno. Inoltre non risulta essere  imbarazzante per il paziente poiché tutti i prodotti di scarico fuoriescono tramite un sistema di tubi che collega il paziente alla macchina.
 
 

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle utlime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna
Top