Loading...
Patologie e disturbi intestinali, quando andare in bagno è una patologia

Patologie e disturbi intestinali, quando andare in bagno è una patologia

Diarrea e stitichezza sono disturbi intestinali che in alcuni casi possono rappresentare dei campanelli di allarme di patologie importanti. Vediamo quali

Per disturbi della defecazione s’intende un’alterazione della frequenza e/o della qualità della defecazione stessa. Il Dottor Di Bella ci aiuta a capire le problematiche più frequenti e quando serve una visita Specialistica.
 

Come si distinguono le principali problematiche intestinali? 

Essenzialmente sono due: l'alvo stitico e quello diarroico. Il primo è caratterizzato dal rallentamento del transito intestinale, con emissione difficile o infrequente di feci o diminuzione della quantità di quest'ultime.

Al contrario, per alvo diarroico s'intende un'evacuazione caratterizzata da feci liquide o poltacee, ripetuta nel corso della giornata.
 

Quali sono le cause?

La stitichezza può manifestarsi a causa dello stress, quando si è in viaggio oppure se si segue una dieta carente in fibre.

Altri potenziali fattori di rischio sono i ritmi sonno-veglia irregolari, l'abitudine di bere poco e la tendenza a rimandare o reprimere lo stimolo ad evacuare. Invece bisogna fare attenzione quando compare all'improvviso: una defecazione dai tempi più lunghi deve sempre far pensare ad una causa organica, come un restringimento del lume intestinale di origine infiammatoria o tumorale. 

Esistono forme croniche di alvo stitico causate, invece, prevalentemente da fattori funzionali, come: il rallentamento del transito intestinale, la difficoltà del retto a svuotarsi a causa di un’incoordinazione dei muscoli del perineo o talvolta a forme organiche, dovute a rettocele ed a prolassi “interni” del retto.

Per quanto riguarda la diarrea, può essere un episodio passeggero, attribuibile a un eccesso alimentare, a un'infezione batterica o virale o ad un’indigestione priva di gravi conseguenze. Episodi ripetuti di diarrea commista a muco e sangue con dolori addominali, soprattutto in giovane età, possono invece rappresentare il primo sintomo di una malattia infiammatoria cronica dell'intestino, come il morbo di Crohn o la rettocolite ulcerosa.
 

Che ruolo ha l’alimentazione?

La corretta alimentazione è fondamentale e molti disturbi dell’alvo sono riconducibili ad errori alimentari. Come ad esempio: pasti consumati frettolosamente o troppo abbondanti, eccesso di bevande zuccherate o gasate, dieta povera di frutta e verdura e troppo ricca di carboidrati e grassi, disidratazione e scarsa igiene degli alimenti.
 

Quando è necessario rivolgersi ad uno Specialista?

Quando le alterazioni dell’alvo compaiono improvvisamente o si associano ad altri sintomi quali il dolore addominale, la nausea o il vomito, il sangue con le feci, la perdita di peso, è imperativo rivolgersi ad uno specialista e sottoporsi agli accertamenti che saranno consigliati.


Leggi altri articoli con gli stessi TAG
colondott. raimondo di bellastitichezza
Dott. Raimondo Di Bella Dott. Raimondo Di Bella
Dott.

Raimondo Di Bella

Hai bisogno di un consulto medico in Proctologia?

Ottieni una visita medica dove e quando vuoi, in video o in un centro medico a te vicino

Richiedi visita

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna
Top