Loading...
Trattamenti di medicina estetica per migliorare l'aspetto di viso e corpo

Trattamenti di medicina estetica per migliorare l'aspetto di viso e corpo

La medicina estetica offre molteplici trattamenti per migliorare e ringiovanire i tratti del volto, scopriamo i principali con il Dott. Fabrizio Viezzoli, medico estetico.

Segni del tempo, imperfezioni, cellulite e accumuli adiposi possono essere migliorati e risolti grazie ai nuovi trattamenti di medicina estetica che offrono soluzioni altamente efficaci. Dai trattamenti con il laser per migliorare l’aspetto del viso eliminando cicatrici e lesioni vascolari alle infiltrazioni di acido ialuronico per contrastare l’invecchiamento cutaneo e ridare volume al volto, fino agli ultrasuoni per rimodellare il corpo ed eliminare le adiposità localizzate e la cellulite.

1 I laser in medicina estetica: tipologie e utilizzi

I laser utilizzati in medicina estetica sono di diverse tipologie e si utilizzano per raggiungere differenti obiettivi.  Possono essere utilizzati per il ringiovanimento cutaneo, l’eliminazione di cicatrici e tatuaggi, la rimozione di neoformazioni benigne e capillari rotti.
I principali tipi di laser sono:

  • Laser ND-Yag
  • Laser CO2 frazionato
  • Laser ad Erbium
  • Laser Q-switched

Il laser ND-Yag

Il laser al neodimio Yag (ND-Yag) è un laser ad impulso lungo che genera fasci di luce ad alta intensità che penetrano in profondità nel derma. È particolarmente indicato nel trattamento delle lesioni vascolari come angiomi, fibromi, couperose e altre neoformazioni cutanee benigne.

Il laser CO2 frazionato

Il laser CO2 frazionato è un laser a biossido di carbonio che utilizza l’azione combinata di radiofrequenza e laser CO2 per i trattamenti di ringiovanimento del volto.
È un laser microablativo che può essere utilizzato per ridurre le rughe profonde, le cicatrici lasciate dall’acne, i danni da esposizione solare e l’iperpigmentazione.
Il fascio di luce penetra in profondità nella pelle fino a raggiungere il derma e stimola la produzione di collagene, elastina e la rigenerazione cellulare: in questo modo la pelle di viso e décolleté è più giovane e tonica.

Il laser ad Erbium

Il laser ad erbium glass è un laser non ablativo che agisce in modo termomeccanico, senza vaporizzare l’acqua contenuta all’interno dei tessuti, così da permettere un recupero più veloce e con fastidi molto ridotti per il paziente.
È utilizzato per il trattamento di xantelasmi (macchie piane giallastre che si formano sulle palpebre) e cicatrici post-acne.

Il laser Q-switched

Il laser Q-Switched emette impulsi di brevissima durata ma di elevata energia che, grazie e diverse lunghezze d’onda regolabili dallo specialista, sono in grado di colpire e deteriorare determinati pigmenti. Proprio per questo motivo la tecnologia Q-switched ha soppiantato la dermoabrasione per la rimozione dei tatuaggi. Infatti nella rimozione del tatuaggio si devono tenere in considerazione colore, profondità del pigmento e da quanto tempo è stato fatto: tutte queste variabili possono essere modulate nell’esecuzione del trattamento per raggiungere il miglior risultato possibile.

Allo stesso modo questa tipologia di laser è efficace contro le macchie della pelle causate dall’esposizione solare, da fattori ormonali o da invecchiamento.

2 La prevenzione dell’invecchiamento

Quando si tratta di invecchiamento cutaneo, la prevenzione è un approccio fondamentale che permette di evitare o spostare nel tempo interventi più invasivi, preservando il più a lungo possibile la naturale freschezza della pelle e rallentando la comparsa delle rughe.

L’invecchiamento è un insieme di processi che coinvolgono più fattori:

  • genetica
  • produzione ormonale
  • esposizione ai raggi UV
  • fumo
  • inquinamento
  • stile alimentare
  • scarsa cura
  • stress

La predisposizione genetica deriva dalle caratteristiche dovute all’etnia e alla conformazione cutanea: una pelle chiara e sensibile sarà più soggetta a rughe precoci, rispetto a una pelle olivastra che potrà manifestare con più probabilità macchie solari e discromie.

L’esposizione ai raggi UV, soprattutto senza l’uso di filtri solari, causa uno stress ossidativo che provoca invecchiamento precoce e la comparsa di irregolarità nella pigmentazione della pelle.

Il fumo di sigaretta è responsabile della degenerazione dei tessuti e del rilascio di radicali liberi, oltre che della comparsa delle sottili rughe attorno alle labbra dovute al gesto del fumare.
L’inquinamento con il rilascio nell’aria di microparticelle, le cosiddette polveri sottili, hanno la capacità di penetrare nella pelle e causare la degenerazione del collagene e dell’elastina, infiammazione dei tessuti e perdita di idratazione.
In generale, già dai 25 anni la produzione di collagene diminuisce e la pelle inizia a perdere l’elasticità, le linee del viso si rilassano perdendo progressivamente volume.

Esiste un insieme di trattamenti mini invasivi che, grazie all’uso dell’acido ialuronico, permettono di rimpolpare e ristrutturare in profondità la pelle.

Biorivitalizzazione e bioristrutturazione

La biorivitalizzazione è un trattamento di prevenzione dell’invecchiamento che utilizza i benefici dell’acido ialuronico grazie alla sua capacità di preservare l’idratazione e l’elasticità della pelle. Consiste in una serie di infiltrazioni intradermiche di sostanze antiossidanti e immunostimolanti come vitamine, aminoacidi e sali minerali che non hanno lo scopo di riempire quelle parti del volto che sono segnate dalle rughe, come nel caso del filler volumetrico, ma servono a mantenere attivo il processo di produzione di collagene ed elastina e a mantenere la pelle tonica.

3 I trattamenti anti-aging

Il processo di invecchiamento cutaneo è differente per ogni tipologia di pelle: varia in base allo stile di vita, alla predisposizione genetica, all’esposizione solare o a lampade abbronzanti. La perdita fisiologica di idratazione si accompagna a vere e proprie alterazioni strutturali della pelle che ne compromettono tono, volume ed elasticità.

I trattamenti che mirano a contrastare l’invecchiamento cutaneo hanno lo scopo di restituire un aspetto fresco e tonico alla pelle segnata da rughe, macchie e discromie.

La tossina botulinica

È una neurotossina che si utilizza per attenuare e ridurre le rughe d’espressione: iniettata a livello muscolare blocca la trasmissione degli impulsi nervosi consentendo la distensione temporanea dei tratti del viso senza ricorrere all’intervento di lifting.

La tossina botulinica si utilizza per impedire la contrazione, solitamente involontaria, dei muscoli del viso che creano le linee d’espressione, ma non è utile nel trattamento delle rughe dovute all’effetto della gravità, come la ptosi sopraccigliare, il doppio mento, la blefarocalasi.

I filler volumetrici

I filler a base di acido ialuronico sono delle sostanze riempitive che si presentano sotto forma di gel e che vengono iniettate con microcannula o con micro aghi nella parte superficiale del derma in modo da riempire le depressioni causate dalle rughe statiche.

Il trattamento è indolore e si esegue a livello ambulatoriale con al massimo l’utilizzo di un anestetico a livello topico. Grazie all’uso delle microcannule è ridotta al minimo la possibilità di ecchimosi nel pieno rispetto dei fasci muscolari e de vasi sanguigni presenti. L’effetto può durare fina a 9-12 mesi.

4 I trattamenti per il corpo

Le imperfezioni del corpo come cellulite e adiposità localizzate trovano una soluzione con trattamenti di medicina estetica mirati, primo fra tutti la Lipoemulsione Sottocutanea.

La cellulite colpisce oggi 9 donne su 10, una patologia causata principalmente dagli estrogeni che causano la ritenzione dei liquidi a livello cellulare: le cellule adipose si gonfiano formando i caratteristici cuscinetti e la pelle a “buccia d’arancia” o adiposi edematosa.

La Lipoemulsione Sottocutanea

La Lipoemulsione Sottocutanea (LESC) è una tecnica di liposcultura mini-invasiva che rimodella il corpo per mezzo di ultrasuoni cavitazionali in multifrequenza per disgregare e rompere le cellule adipose.  Queste, rese liquide verranno, in parte, aspirate tramite cannule inserite in loco con minuscole incisioni di circa 2mm e in parte smaltite naturalmente dal corpo nelle settimane che seguiranno.

È un metodo efficace per rimodellare il corpo e si può applicare su diverse zone come:

  • doppio mento
  • braccia
  • fianchi
  • cosce
  • glutei

Questa metodologia agisce sugli strati più superficiali del tessuto adiposo e con rispetto per i tessuti e i vasi sanguigni. Dopo l’intervento il paziente potrà ritornare alle proprie attività quotidiane già dal giorno seguente avendo cura di indossare una guaina per 10/15 giorni.

Leggi altri articoli con gli stessi TAG
laserlipoemulsione sottocutaneaDott. Fabrizio Viezzoli
Dott. Fabrizio Viezzoli Dott. Fabrizio Viezzoli
Dott.

Fabrizio Viezzoli

Hai bisogno di un consulto medico in Medicina Estetica?

Ottieni una visita medica dove e quando vuoi, in video o in un centro medico a te vicino

Richiedi visita

Newsletter

Inserisci la tua mail per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità, webinar e iniziative di Medicina Moderna

Iscriviti alla newsletter

Scarica l'ultimo numero della rivista Medicina Moderna e rimani sempre aggiornato sui webinar e tutte le iniziative in tema di salute

Top