Quando si parla di dolori alle ginocchia spesso ci si riferisce a una serie di manifestazioni dolorose che pregiudicano il buon funzionamento dell'articolazione e creano problemi di movimento e deambulazione. Le cause possono essere molteplici, spesso per i giovani sono traumi, ma si può trattare anche di artrosi o conseguenze di malattie infiammatorie croniche.

Sintomi

1 Dolori al ginocchio: i sintomi più diffusi

La gonalgia è il dolore localizzato al ginocchio che si può manifestare in differenti punti a seconda della parte anatomica coinvolta e della tipologia di trauma o patologia che lo interessa.
Solitamente quando si manifesta un dolore alle articolazioni delle ginocchia possono presentarsi dei sintomi acuti o dei sintomi cronici.

Il dolore come conseguenza di un trauma solitamente porta tumefazione e gonfiore a causa del versamento di sangue all'interno dell’articolazione, ridotta mobilità e difficoltà a camminare. Nonostante in questi casi i sintomi più dolorosi scompaiano nell'arco di pochi giorni, il paziente continuerà ad avvertire una sensazione di instabilità dovuta alle lesioni che presumibilmente hanno coinvolto legamenti e menischi.

Le malattie croniche come l'artrosi che causano dolore al ginocchio presentano gonfiore, rigidità articolare e scricchiolii.

Definizione

Anatomia del ginocchio

Il ginocchio è l'articolazione della gamba che congiunge femore e tibia. Tra queste due ossa nella parte anteriore troviamo la rotula, un piccolo osso di forma semisferica che facilita l'estensione della gamba, mentre nella parte posteriore il perone o fibula.
Ai lati dell'articolazione troviamo due menischi con la funzione di ammortizzatori e i legamenti collaterali e crociati.

A fare da cuscinetto tra tutti gli elementi che compongono il ginocchio si trova la cartilagine, un tessuto protettivo che riveste le ossa e diminuisce l'attrito tra di loro.
La capsula che avvolge l'intera articolazione ha la funzione di stabilizzante e il liquido sinoviale secreto dalla membrana al suo interno favorisce la lubrificazione e il buon funzionamento del ginocchio.

Quando uno di questi elementi manifesta dei problemi come rotture, lesioni o usura l'articolazione perde d'un tratto o progressivamente le sue funzionalità causando dolore acuto al ginocchio o dolore progressivo che tende a cronicizzarsi col tempo.

Approfondisci
Vuoi approfondire questo argomento?
Contatta lo specialista

Dott. Ferdinando Cendon

Possibili cause

2 Dolori al ginocchio: le cause principali

Il dolore al ginocchio è causato da svariate patologie, a seconda che colpisca una persona giovane o anziana, uno sportivo o un sedentario.

Spesso è causato da traumi di natura semplice come un sovraccarico o una torsione che si risolvono in pochi giorni, ma a volte la pratica intensa di uno sport come ad esempio lo sci di montagna può causare la rottura di legamenti crociati o di un menisco e compromettere le funzionalità.
Anche la stessa conformazione del ginocchio può favorire la comparsa di stati dolorosi quando le ossa non sono allineate anatomicamente.

In altri casi l'invecchiamento può compromettere le cartilagini e la loro capacità di limitare la frizione delle ossa causando artrosi
Anche il sovrappeso e la vita sedentaria spesso possono essere l'origine di stati dolorosi a carico del ginocchio: il peso eccessivo che grava sull'articolazione e la mancanza do un apparato muscolare tonico possono determinare un sovraccarico funzionale e causare l'usura precoce.

Possibili cause

Rottura del legamento crociato

La rottura del legamento crociato è uno dei traumi sportivi più diffusi che affliggono l'articolazione del ginocchio: si stima che in Italia il 10% di chi gioca a calcio subisca la rottura del crociato anteriore.

I legamenti crociati, anteriore e posteriore hanno lo scopo di stabilizzare il ginocchio, impedire alla tibia di spostare il suo asse rispetto al femore e devono il loro nome al fatto che si incrociano anteriormente e posteriormente all'articolazione. Quando il legamento crociato anteriore si lesiona o si rompe vi è una prima fase di dolore acuto e zoppia, al termine della quale l'articolazione non riacquista la sua stabilità e, il ginocchio in caso di stress avrà la tendenza a cedere.
In questa situazione all'infortunato, è preclusa la possibilità di praticare sport. In questi casi solitamente è necessario un intervento di ricostruzione se il paziente vuole riprendere l'attività sportiva.

Il legamento crociato posteriore di solito si lesiona quando il ginocchio piegato è colpito con un oggetto molto duro: impatto con un avversario negli sport da contatto, un incidente stradale (trauma da cruscotto), una caduta sul ginocchio flesso. 
In questo caso è fondamentale diagnosticare il grado della lesione per permettere la guarigione in una posizione stabile. Nelle lesioni più lievi basterà l'uso di un tutore e la riabilitazione del quadricipite, nei casi più gravi si può intervenire chirurgicamente in artroscopia.

Possibili cause

L'artrosi al ginocchio

La gonartrosi è una forma di artrite dovuta all'invecchiamento. È una malattia degenerativa che causa il progressivo assottigliamento della cartilagine che ricopre le ossa dell'articolazione, in particolare femore, tibia e rotula, ma arrivando ad estendersi anche ai menischi.
Con l'avanzare dell'usura le ossa non sono più protette e iniziano a sfregare l'una con l'altra causando dolore e infiammazione cronica.

Le conseguenze sono vari stadi di dolore durante la deambulazione, che vanno dalla difficoltà nel camminare al blocco totale dell'articolazione. A seconda del progredire della patologia i sintomi possono essere trattati con terapia farmacologica a base di antinfiammatori per via orale o infiltrazioni, nei casi più gravi si può arrivare all'intervento di impianto protesico.

 

Possibili cause

La sindrome femoro-rotulea

La sindrome femoro-rotulea è una disfunzione dell'articolazione del ginocchio che ha cause sia fisiologiche che dinamiche

  • allineamento scorretto dell'asse tra l'osso femorale e la rotula
  • microtraumi ripetuti
  • sublussazione cronica della rotula

È una patologia che colpisce prevalentemente il sesso femminile e, spesso si accompagna al valgismo delle ginocchia, una deformità degli arti interiori che si caratterizzano dalla forma a X.
Il dolore al ginocchio che ne consegue si focalizza nella zona antero-laterale ed è caratterizzato da difficoltà a mantenere la flessione, cedimenti e fitte.

Approfondisci
Vuoi approfondire questo argomento?
Contatta lo specialista

Dott. Diego Raimondo

Possibili cause

La gotta

La gotta è l'artrite acuta più comune, dovuta a una malattia infiammatoria cronica che colpisce articolazioni e tessuti degli arti inferiori, principalmente alluce, ma anche ginocchio e gomito. 
L'articolazione si gonfia, si arrossa e duole, spesso con attacchi forti di dolore della durata di alcune settimane. In concomitanza si formano anche dei gonfiori dolorosi a livello epidermico, dei veri e propri "nodi" che prendono il nome di tofi.

La causa della gotta è dovuta ad accumuli di cristalli di acido urico che si depositano delle articolazioni causando dolore e infiammazione. L'iperuricemia è spesso causata da una dieta scorretta, ricca di carni rosse, frattaglie e molluschi. Spesso la sua comparsa è la manifestazione di una malattia sistemica più ampia che va sotto il nome di "Sindrome metabolica".

Per curare la gotta si somministrano antinfiammatori per alleviare il dolore e farmaci specifici per il controllo dell'acido urico di modo da evitarne l'accumulo.
Solitamente il trattamento farmacologico è accompagnato da una modifica della dieta abituale che comprenda l'assunzione di abbondante acqua, l'incremento del consumo di frutta e verdura, la limitazione degli alcolici.

Possibili cause

Rottura o lesione del menisco

I menischi (interno ed esterno) fungono da ammortizzatori tra le superfici articolari di femore e tibia. Le lesioni che interessano queste strutture dell'articolazione del ginocchio possono essere di tipo degenerativo o di tipo traumatico.
Le prime si manifestano negli adulti, soprattutto in chi ha sottoposto le ginocchia ad usura a causa di sport intensi o di lavori di fatica, le seconde sono principalmente a carico di soggetti giovani che subiscono traumi sportivi con torsione dell'articolazione e concomitante lesione del legamento crociato.

La lesione del menisco è caratterizzata da

  • gonfiore
  • dolore interno o esterno
  • blocco dell'articolazione
  • difficoltà di estensione dalla posizione accovacciata

Possibili cause

La borsite al ginocchio

La borsite al ginocchio è un'infiammazione delle borse sierose poste attorno alla rotula: queste contiengono il liquido sinoviale che, come la cartilagine, hanno lo scopo di ridurre l'attrito tra le componenti dell'articolazione, ma a causa di movimenti ripetitivi da sport o lavoro, si possono infiammare.

Sport come calcio, rugby, pallavolo sono tra quelli più rischiosi, ma a volte, basta anche una semplice caduta e un versamento sanguigno per scatenare l'infiammazione.
Il dolore si presenta principalmente sopra o sotto la rotula, accompagnato da un lieve gonfiore e limitazione del movimento articolare. Si possono avvertire dolore continuo al ginocchio, calore, arrossamento e fitte intense.

Approfondisci
Vuoi approfondire questo argomento?
Contatta lo specialista

Dott. Fabrizio Carnielli

Possibili cause

Problemi posturali

I problemi posturali possono essere causa di dolori all'articolazione del ginocchio.
La malocclusione dentale e un problema di coordinazione dei muscoli oculo-motori possono generare uno scompenso che coinvolge le vertebre della spina dorsale che, a sua volta, si riversa sull'articolazione di anche e ginocchia causando sovraccarico e usura.

Cure

3 Come curare il dolore al ginocchio

Per curare il dolore al ginocchio è fondamentale una diagnosi accurata da parte di un medico ortopedico che possa individuare con precisione la causa dello stato doloroso. Si parte da un'anamnesi approfondita sui sintomi percepiti dal paziente, le attività praticate e lo stile di vita. Dopodiché lo specialista potrà prescrivere gli esami diagnostici più indicati per determinare l'eventuale lesione o patologia cronica e avviare la terapia farmacologica, riabilitativa o predisporre un intervento chirurgico risolutivo.

Diagnosi

Diagnosi dei dolori alle ginocchia

I principali esami diagnostici che possono essere prescritti per indagare sulla gonalgia sono

La radiografia al ginocchio è la fotografia digitalizzata che si ottiene dai raggi X che attraversano il corpo e permettono di evidenziare la conformazione delle ossa dispetto ai tessuti molli. In questo modo è possibile individuare fratture, lussazioni, ginocchio varo o valgo, malformazioni della struttura ossea, monitorare il progredire di artrite e artrosi.

La risonanza magnetica, attraverso l'uso di campi magnetici, restituisce le immagini dell'interno del ginocchio: ossa e tessuti molli, come tendini e cartilagini, vengono chiaramente visualizzati per poter formulare la diagnosi nel modo più completo ed esaustivo.

La TAC (tomografia assiale computerizzata) è un esame radiologico meno frequente a causa della dose di radiazioni che viene impiegata. L'intento è quello di ottenere una serie di immagini su piani assiali che aiutano a individuare in particolare lesioni ossee come microfratture.
Si prescrive ai pazienti che non possono essere sottoposti a risonanza magnetica (portatori di pacemaker o protesi).

Cure

La cura dei dolori all'articolazione del ginocchio

La cura dei dolori al ginocchio varia in base alle cause che ne sono alla base.
La terapia farmacologica mira ad alleviare i sintomi tramite l'uso di antinfiammatori per via orale o per via intrarticolare. In questo caso le infiltrazioni possono essere utilizzate come terapia antalgica per eliminare il dolore in caso di forti traumi e, con l'uso del cortisone, aiutano a controllare l'infiammazione da artrosi. In quest'ultimo caso si stanno utilizzando con grande efficacia acido ialuronico e plasma arricchito.

 

Cure

L'intervento chirurgico per il dolore al ginocchio

L'intervento chirurgico è nella maggior parte dei casi l'unico modo per risolvere i dolori del ginocchio e sempre più spesso si ricorre alla chirurgia in artroscopia.

L'artroscopia al ginocchio è un intervento mini-invasivo che, tramite due fori praticati nel ginocchio, può essere utile a risolvere problemi causati da traumi sportivi, sia nell'atleta che nell'amatore, o da sovraccarico e troppo uso.
Si può intervenire in artroscopia per la

La tipologia di intervento è decisa dallo specialista ortopedico in base alla gravità della situazione del paziente, soprattutto in caso di pazienti anziani con una degenerazione avanzata causata da artrosi. In alcuni casi si può procedere con il debridement artroscopico, intervento utilizzato per la rimozione di detriti infiammatori e la normalizzazione dei tessuti.

In questo campo la chirurgia robotica ha aumentato notevolmente la precisione dell'esecuzione degli interventi protesici: l'impianto è molto più accurato, con un risparmio di sezione ossea e tempi di recupero molto rapidi. 
In aggiunta il programma Fast-Track permette un ricovero ridotto, ripresa rapida della deambulazione grazie a un lavoro di equipe che coinvolge medico ortopedico, fisiatra, psicologo, fisioterapista.